Romulo: “Siamo uniti, onoreremo la maglia”

Dal crollo alla rinascita: l’Hellas Verona torna a vincere e a sperare. Dopo la figuraccia contro il Benevento, la squadra di Fabio Pecchia ha acciuffato tre punti importantissimi domenica contro il Cagliari, che permettono ora ai gialloblu di riportarsi a sole due lunghezze dalla zona salvezza. Il terremoto dell’ultima settimana ha scosso la squadra, che sul campo ha finalmente risposto: “Contro il Cagliari non potevamo sbagliare – ha spiegato Romulo, match winner del Bentegodi grazie a un preciso rigore – Era una partita che valeva la vita o la morte. Specie dopo la brutta sconfitta di Benevento. Ci dispiace molto della nostra gara di mercoledì al Vigorito. È un successo che ci rilancia per la lotta salvezza: noi ci crediamo e onoreremo sempre questi colori”. Squadra sotto contestazione: “I tifosi hanno il diritto di protestare,specie dopo la nostra brutta gara di Benevento. Questa settimana ci siamo uniti ed abbiamo tirato fuori l’orgoglio – ha continuato – È stata una vittoria fondamentale per il nostro campionato. Pecchia in bilico? Abbiamo giocato anche per lui e per Fusco, che per noi è ancora il nostro direttore sportivo. Se vuole tornare ci farebbe contenti. È una grande persona che ci manca. Il gesto del dito? Non volevo attaccare nessuno, ma ho solo voluto scaricare così tutta la rabbia che avevo dentro”, ha concluso il brasiliano.  

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 362 volte