Marsiglia-Salisburgo 0-0 LIVE

STATISTICHE & CURIOSITÁ

Marsiglia e Salisburgo si ritrovano dopo 4 mesi: le due squadre facevano parte dello stesso girone nella fase da settembre a dicembre, e si sono qualificate a spese di Konyaspor e Vitoria Guimaraes. Nella gara di andata, a settembre in Austria, vittoria casalinga del Salisburgo per 1-0 con rete determinante di Dabbur; nel match di ritorno 0-0 al “Velodrome”, in dicembre. La sfida a più alti livelli tra club francesi ed austriaci risale alla finalissima di coppa delle Coppe 1995/96, quando il Paris Saint Germain si aggiudicò il titolo superando 1-0 il Rapid Vienna con autogol decisivo di Schottel al 28’ (gara giocata a Bruxelles e diretta dall’italiano Pairetto). In campo, in quella finalissima, che vedeva sulle rispettive panchine Fernandez (per i parigini) e Dokupil (per i viennesi) molte vecchie conoscenze del calcio italiano, da Konsel (classe 1962, ex Roma e Venezia, primo portiere austriaco nella storia della Serie A) e Hatz (difensore, classe 1970, ex Reggiana e Lecce) nelle file dei viennesi a N’Gotty (difensore, classe 1971, ex Milan e Venezia, campione d’Italia con i rossoneri di Zaccheroni nel 1998/99), Dely Valdes (attaccante, classe 1967, ex Cagliari, primo giocatore panamense nella storia della Serie A), Bravo (attaccante, classe 1963, per due stagioni al Parma con allenatore Carlo Ancelotti) e Youri Djorkaeff (ex Inter, centrocampista, vincitore nel 1997/98 della coppa Uefa nella finalissima – tutta italiana – Inter-Lazio 3-0). Olympique Marsiglia in perfetta parità nei 6 precedenti ufficiali contro club austriaci: 2 vittorie per parte e 2 pareggi, il bilancio aggiornato. Il Marsiglia non va in gol contro club austriaci nelle coppe da 356’: ultima rete firmata Sychev al 4’ di Austria Vienna-Marsiglia 0-1 del 13 agosto 2003 (preliminari Champions), poi si contano i residui 86’ di quella gara e le intere contro la stessa Austria Vienna (0-0 al “Velodrome”) ed il doppio confronto di quest’anno contro il Salisburgo (0-0 interno e 0-1 esterno). Un solo confronto ad eliminazione diretta: quella del 2003/04 nei preliminari Champions, con qualificazione francese. Sono 6 i confronti tra Salisburgo e club francesi nelle coppe europee. In bilancio 3 successi del Salisburgo, 1 pareggio e 2 affermazioni per i team transalpini. La formazione austriaca non subisce gol contro club francesi da 347’, autore Plea al 13’ di Salisburgo-Nizza 0-1 del 20 ottobre 2016; poi si contano i residui 77’ di quella gara e le 3 seguenti, intere, contro Nizza (2-0 austriaco in Francia) nel ritorno dell’Europa League dell’anno scorso e Marsiglia (1-0 in casa e 0-0 fuori) quest’anno. La semifinale odierna è il primo confronto ad eliminazione diretta tra Salisburgo e team francesi: i 3 doppi scontri si sono tenuti sempre nelle fasi a gironi. Nei confronti ad eliminazione diretta tra le due scuole calcistiche l’ultima qualificazione austriaca risale addirittura alla coppa Uefa 1994/95, artefice l’Admira Wacker contro il Cannes: fu 1-1 all’andata a Vienna, poi gli austriaci andarono ad espugnare il campo della Costa Azzurra per 4-2. Un’Europa League 2017/18 leggermente differente nella sua composizione del tabellone delle semifinali, rispetto ad un anno fa. Oggi le 4 federazioni calcistiche rimaste in corsa sono Austria, Francia, Inghilterra e Spagna. La differenza è rappresentata dal Salisburgo (Austria) al posto dell’Ajax (Olanda, finalista perdente nel 2016/17), mentre si sono confermate le altre 3 scuole calcistiche presenti un anno fa, rispettivamente con Lione, Manchester Utd (che alzò la coppa) e Celta Vigo. 

Fonte: SkySport

Commenti