Caso Bari, rischio rinvio per i Playoff di Serie B

Si fa sempre più concreta l’ipotesi di un rinvio dei Playoff di Serie B. Il caso Bari, deferito a causa dei ritardi dei pagamenti di Irpef e contributi Inps ha portato alla protesta del Cittadella, avversario negli spareggi-promozione che, in caso di penalizzazione, potrebbe effettuare il sorpasso in classifica sulla squadra di Fabio Grosso e quindi avere il “vantaggio” di disputare la sfida secca (quindi senza un ritorno ndr) nel proprio stadio. La decisione del Tribunale federale per ciò che concerne i ritardati pagamenti nel bimestre gennaio-febbraio di quest’anno sarà presa solo il 1° giugno: qualche giorno prima è fissata la data dell’incontro in programma sabato 26 maggio al San Nicola. Per questo motivo, il problema è finito sotto gli occhi della Figc e della Lega di Serie B. Il commissario straordinario della Federazione Roberto Fabbricini ha parlato così della questione al “Giornale di Sicilia”: “Stiamo discutendo dell’argomento perché vorremmo mantenere lo status primitivo. Stiamo verificando se può arrivare in anticipo il giudizio da parte del Tribunale Federale sul caso Bari. Se così non dovesse essere allora lo spostamento dei play off verrà preso in considerazione”. Il presidente della Lega di B Mauro Balata, ha ipotizzato a Teleuniverso la possibilità di un rinvio dei playoff: “Nelle prossime ventiquattro ore ci riuniremo con il mio staff e con i legali. Abbiamo quarantotto ore per decidere e tutte le ipotesi sono aperte. Ci sono delle norme che spero ci possano aiutare. Dobbiamo consentire alle squadre di organizzarsi per i play off. Il problema nasce da un rinvio del procedimento da parte della giustizia, bisogna trovare degli accorgimenti per velocizzare i tempi della giustizia. Non posso escludere che i play off subiscano un rinvio, datemi quarantotto ore”.

Fonte: SkySport

Commenti