Albertini: “Un ruolo nel Milan sarebbe un sogno”

Una situazione societaria complessa, che mette in difficoltà soprattutto i tifosi. Il passaggio di proprietà del Milan da Yonghong Li al Fondo Elliott è ormai realtà, si è aperta dunque l’era americana dopo che, quella cinese, ha regalato più punti interrogativi che certezze. Sulla questione si è soffermato anche Demetrio Albertini ai microfoni di Sky Sport 24, sottolineando di sognare un ritorno da dirigente al Milan: “E’ come se la società fosse avvolta in uno stato di nebbia, in questi momenti la chiarezza è la cosa migliore. Credo che i tifosi, come lo sono io, si siano sentiti un poco sulle montagne russe. Momenti di esaltazione, di speranza, di certezza e anche di paura. In questo momento al tifoso piacerebbe sapere quali speranze può avere per il futuro e quale pianificazione può aspettarsi dalla società. Non conosco le intenzioni di Elliott, leggo anche io e mi informo dai giornali circa le mosse degli americani. Non sono stato contattato dal Milan, sarebbe un sogno però che la mia strada si incrociasse con quella del club rossonero”.

Fonte: SkySport

Commenti