De Zerbi: “A Sassuolo divertimento al primo posto”

Comincia a prendere forma il nuovo Sassuolo di Roberto De Zerbi, protagonista sul mercato in attesa di esserlo in campo, nella nuova Serie A. L’ex allenatore del Benevento ha parlato ai microfoni di Sky Sport: “Questo è il posto giusto per me, perché abbiamo la stesse idee e la stessa voglia di emergere e di renderci protagonisti. Chiaro che tutto questo deve passare dal campo e alle parole devono corrispondere i fatti. Stiamo modificando la squadra, probabilmente stiamo costruendo le basi per ripartire un’altra volta. È il primo anno che posso lavorare dall’inizio, alcuni giocatori invece hanno fatto già tanto in Serie A. Mettendo al primo posto sempre il divertimento – specifica De Zerbi – perché voglio allenarmi divertendomi e voglio che loro si divertano in campo anche duratne le partite”. De Zerbi ha trovato giocatori abituati ai suoi metodi, perché già “istruiti” da Di Francesco: “I giocatori allenati da lui si riconoscono a occhio nudo. E questo per me è un vantaggio. Voglio però anche cambiare alzando le motivazioni, perché il Sassuolo non dà grandi pressioni e le motivazioni te le devi trovare dentro”.

“Obiettivi? Troppo presto, ma sono ambizioso come Squinzi”

Ancora presto, però, per parlare di obiettivi: “Il dott. Squinzi è ambizioso, ci troviamo. Tuttavia è ancora prematuro dire quale sarà il nostro obiettivo. So che il risultato sarà l’ultima cosa, prima viene il modo attraverso il quale lo raggiungi”. Un parere anche sugli arrivi di Ronaldo e Ancelotti: “Il fatto che sia tornato Ancelotti come allenatore e anche che sia arrivato uno dei primi se non il primo giocatore a livello mondiale, a ridare fascino al nostro campionato, è positivo. Negli ultimi anni la A era scesa un po’. Ci dà ancora più stimoli, perché siamo più piccoli e vogliamo fare bene contro i più grandi”. Infine, un commento anche sulla vicenda giudiziaria che lo ha coinvolto: “Sono voluto andare fino in fondo rischiando di prendere tre mesi, per una vicenda che alla fine mi vede prosciolto. E questo mi rende orgoglioso. Mi porterò sempre dentro questa vicenda, mi aiuterà ad educare i miei figli”.

Fonte: SkySport

Commenti