Rino Cesarano: “Il giochino quotidiano di De Laurentiis non giova all’immagine del Napoli”

A Radio Crc nella trasmissione “Si Gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Rino Cesarano, giornalista

“Il giochino quotidiano di De Laurentiis non giova all’immagine del Napoli perché si sta trasformando in un cabaret. Un presidente può scherzare, ma giocare su certe cose non piace alla maggioranza dei tifosi che vogliono sentire cose concrete dal proprio presidente. Oltretutto, oggi dice una cosa e domani ne dice un’altra, vedi Arias, e questo non scalfisce la stima per il presidente, ma si deve migliorare perché i grandi traguardi si vincono in casa prima che sul campo. Il modo di fare di De Laurentiis non è condivisibile perché può attaccare la stampa come vuole, ma ciò che resta è quanto fa di concreto e il problema di comunicazione e stile resta. L’operato positivo dellla società è sotto gli occhi di tutti, ma il nostro compito è critico, per far crescere il Napoli e questo anche il tifoso comune lo sa. Mi piace stare tra la gente e ne raccolgo l’umore: se le lamentele sono più delle gratificazioni vuol dire che qualcosa non va. In alcuni frangenti la compattezza ambientale valorizza ancora di più il materiale perché la squadra è ancora più forte se è unita all’ambiente.
Il Napoli ha tentennato troppo sul portiere, è arrivato tardi e per questo ha dirottato su uno dei migliori prospetti come Meret che resta un punto interrogativo e che potrebbe trasformarsi su un grande punto esclamativo. Credo che il Napoli stia valutando bene anche Karnezis, ma se dovesse venire meno, non si può affidare la porta a Contini e per questo il Napoli sta pensando a Ochoa o Bardi”.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti