Sarri non perde il vizio, sigarette in panchina

No, non le ha fumate. Le sue sigarette sono rimaste lì, in panchina, nel loro pacchetto e con l’accendino poggiato sopra. Inutili nel concreto ma utili forse anche un po’ per la scaramanzia. Perché fumare è quasi un rito. Un momento che scandisce il ritmo della giornata. Ma anche e soprattutto un divieto in panchina, dove le norme in Premier sono molto più rigide che altrove. Nessuna multa allora in arrivo per Maurizio Sarri. Che nel derby vinto contro l’Arsenal le sue sigarette le ha allora prese in mano. Toccate, girate tra le dita, messe in bocca come gesto automatico per uno che, parola di Dries Mertens, fa fuori “quatto o cinque pacchetti al giorno”, ma poi ha resistito alla tentazione. Anche quando l’Arsenal ha raggiunto il pari e anche dopo che Marcos Alonso ha consegnato la vittoria ai suoi Blues. Pizzicate nelle foto sui social e in qualche fotogramma preso dalla diretta. Sarri non perde il vizio, ma per ora rimane dentro ogni regolamento.

Fonte: Sky

Commenti