Manchester a due facce: City show, crollo United

Manchester City-Huddersfield 6-1

25′ Aguero (M), 31′ G. Jesus (M), 35′ Aguero (M), 43′ Stankovic (H), 47′ D. Silva (M), 75′ Aguero (M), 84′  aut. Kongolo (M)

Il 3-5-2 schierato da Pep Guardiola ha vita facile contro il neo-promosso Huddersfield, già sconfitto alla prima partita dal Chelsea per 0-3. A segnare i primi tre gol sono proprio le due punte schierate contemporaneamente, Sergio Aguero e Gabriel Jesus, a cui bastano una decina minuti per mettere la partita in discesa per i Citizens. Ad aprire le danze è l’argentino, che riceve un lunghissimo rinvio del portiere Ederson e, dopo aver stoppato, si gira come un ballerino e supera il portiere Ben Hamer con uno splendido pallonetto di sinistro. Hamer protagonista suo malgrado anche nel gol di Jesus, facendosi trafiggere dalla conclusione del brasiliano sul suo palo di competenza; e soprattutto sul 3-0, lasciando alla disponibilità di Aguero un cross di Mendy non proprio irresistibile. Ad accorciare le distanze è Stankovic, abile ad approfittare di una distrazione collettiva del City sugli sviluppi di una rimessa laterale spizzata. È solo un piccolo passaggio a vuoto in una partita dominata in lungo e in largo dai Citizens. Sempre da palla inattiva arriva anche il quarto gol dei padroni di casa con una splendida punizione di David Silva, che mette all’incrocio il pallone e poi manda baci verso la tribuna, dopo essere sceso in campo prima della partita con il suo figlio nato prematuro. A chiudere i conti ci pensa Aguero, girando in porta l’ennesimo assist di Mendy (eccellente la sua spinta a sinistra) con un esterno al volo e completando così la sua prima tripletta di questo eccellente inizio di stagione. Nel finale rimane giusto in tempo per una corsa in campo aperto dell’imprendibile Sané, che costringe Kongolo all’autogol a pochi passi dalla porta dopo la respinta del portiere.

Fonte: Sky

Commenti

Questo articolo è stato letto 74 volte