Gli interventi di Giuseppe Incocciati, Bruno Majorano e Armando Inneguale a Radio Crc

In diretta a “ Un Calcio Alla Radio”, trasmissione condotta da Umberto Chiariello su Radio CRC TARGATO ITALIA, è intervenuto Giuseppe Incocciati, ex calciatore del Napoli: “ La Stella Rossa si affronta con la consapevolezza delle proprie certezze che uno ha acquisito durante un percorso. Auguriamoci che la vittoria contro la Fiorentina abbia ristabilito le vecchie certezze.  Il Napoli dovrà essere convinto di poter vincere.  Ancelotti ha vinto due volte lì, questa potrebbe essere la terza? La scaramanzia nel calcio c’è da sempre. Io credo che i fatti siano correlati alle attività che si svolgono nel campo. Le due squadre dovranno puntare sui propri punti di forza. Mettendo a confronto le due formazioni la Stella Rossa risulta molto giovane e potrà puntare sull’entusiasmo, il Napoli,  invece, è più esperto e, dunque, secondo me è avvantaggiato. Vincere la prima gara sarebbe importantissimo. Ancelotti ha detto che vuole una squadra con tante identità per vincere? Tante identità da assemblare secondo me. Ancelotti inizia a dare un’ identità, ma manca qualche tassello se vuole giocare col 4-4-2. Manca qualcosa a sinistra secondo me. Mario Rui è lasciato troppo solo per ora. Il Napoli può offrire maggiori soluzioni con un centrocampo a tre. Stella rossa giovane? Il più anziano non supera i 25 anni. Hanno nella loro gioventù la voglia di strafare e questo può essere elemento, in un contesto ambientale caldo come quello di Belgrado, un’arma micidiale. Dall’altra parte, però, c’è una squadra, come detto, più esperta. Meglio esordire contro PSG e Liverpool? Nessuna partita è migliore di un’altra. Alla fine si devono giocare quelle partite.  Tra le tre avversarie quale fa più paura?  È una bella lotta. È  un girone davvero difficile, ma il Napoli ha le proprie carte da giocarsi e spero se le giochi bene.  Forse il Liverpool è la squadra che in questo momento ritengo più in forma.  Malcuit e Fabiàn giocheranno? Beh chi meglio di Ancelotti lo sa. Penso che siano giocatori validissimi, a cui bisogna dare la giusta fiducia per vedere se sono pronti per quello che è il gioco del Napoli. Se il mister li metterà in campo significa che danno delle garanzie. Pronostico? Io credo che il Napoli può fare risultato pieno. Basterebbe anche un 1-0 all’ultimo minuto ”.

In diretta a “ Un Calcio Alla Radio”, trasmissione condotta da Umberto Chiariello su Radio CRC TARGATO ITALIA, è intervenuto Bruno Majorano giornalista de Il Mattino: “ Sono convinto che Ospina sarà il portiere di Coppa, anche per valorizzare Meret che giocherà in campionato, anche perché Ospina ha una maggiore esperienza internazionale. Come sarà l’ambiente? Questo mi sembra un po’ la domanda che noi facciamo agli allenatori quando vengono a giocare in Champions al San Paolo. Il Marakanà è come il San Paolo. Mi auguro che il Napoli possa lasciare questa sera nella storia per vincere e per realizzare, per così dire, il suo Marakanazo.  Arrivare terzi in un girone del genere non sarebbe un fallimento. Il Napoli ha tutte le qualità per andare fino in fondo in Europa League. Cavani? È chiaro che avrebbe fatto comodo, così come tanti altri campioni e non penso avrebbe causato problemi al gruppo, anzi. Se fossi un giocatore del Napoli vorrei problemi del genere. Certo arriva un giocatore come Cavani, gioca, ma mi fa vincere. Così come non mi sembra che qualcuno alla Juventus si sia lamentato dell’arrivo di Ronaldo. Ancelotti? Quello contro la Fiorentina non era più il Napoli di Sarri, soprattutto, nel secondo tempo, dove si giocava con una specie di 4-4-2 con Zielinski che aveva ampio margine di manovra a sinistra. Non escludo che il Napoli possa riproporsi con questo modulo a Belgrado.  Svantaggio giocare la prima fuori? Non credo. Ogni volta che il Napoli ha giocato in trasferta la prima gara, di solito è andata bene. L’anno scorso non fu così. Vincere sul campo della Stella Rossa è decisivo, perché nell’altra partita si sfidano le due big e una delle due dovrà vincere o pareggeranno. Dispiace che l’ultima sia contro il Liverpool. Pronostico?  0-2 per il Napoli e doppietta di Hamsik “.

In diretta a “ Un Calcio Alla Radio”, trasmissione condotta da Umberto Chiariello su Radio CRC TARGATO ITALIA, è intervenuto Armando Inneguale,  redattore di Calcionapoli1926: “ Sarà una partita che vivrà di fiammate. Il Napoli sta cercando una struttura da definire. Io mi aspetto che Ancelotti schiererà Ospina. Mi aspetto che Albiol tornerà. Credo che cambierà qualcosa a centrocampo con l’inserimento di Fabian e in attacco con l’inserimento di Verdi. L’ambiente, però, sarà caldo e questo potrebbe risultare fondamentale. Milik o Mertens questa sera? Credo Milik. Essendo partito Mertens titolare contro la Fiorentina. Anche perché Milik partì titolare contro la Dinamo Kiev  e fece una doppietta. Ancelotti sa cosa fare. Ha giocato contro la Stella Rossa sia da calciatore e da giocatore. La prima di Champions a Belgrado? Non lo so. Forse partire in casa voleva dire partire con una delle due avversarie. Belgrado può essere un modo per riadattarsi al clima Champions per poi affrontare con maggiore  serenità le prossime due squadre ”.

Commenti