Omicidio Freitas, nuova verità: “È stato sgozzato”

Torturato e sgozzato: emergono nuovi terribili particolari sull’omicidio di Daniel Correa Freitas, ex giocatore del San Paolo, in questa stagione al Sao Bento, ucciso lo scorso 27 ottobre in Brasile e trovato decapitato ed evirato. A compiere il terribile gesto è stato Edison Brittes, l’imprenditore brasiliano che ha confessato di aver ucciso il calciatore per gelosia dopo aver scoperto della relazione tra la moglie e lo stesso Freitas. Secondo quanto riportato da Marca, l’avvocato di Eduardo – uno dei tre complici di Brittes – ha svelato alcuni agghiaccianti particolari dell’omicidio: “Arrivati in una zona isolata, tutti sono scesi fuori dalla macchina per tenere Daniel, castrarlo o tagliargli il pene e lasciarlo a testa in giù, ma in maniera sorprendente Edison ha aperto il bagagliaio dove dentro c’era Daniel e gli ha tagliato il collo. Edison poi lo ha colpito più volte al collo, tanto che uno dei ragazzi che ha assistito all’omicidio si è anche sentito male”. A scatenare la follia omicida di Brittes sarebbe stata la visione di nuove foto che ritraevano sua moglie a letto insieme a Daniel Correa Freitas. Gli altri due complici, comunque, continuano a smentire di aver assistito all’omicidio.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 599 volte