Europa League: Napoli buona la prima

Esordio positivo degli azzurri nella seconda competizione continentale 2018/19 contro gli svizzeri dello Zurigo, ieri sera, nel match di andata dei sedicesimi di finale di Europa League. Con il successo per 3 a 1, la compagine di Carlo Ancelotti ha ipotecato il passaggio agli ottavi, infatti la gara di ritorno di giovedì 21, al San Paolo, sarà soltanto una pura formalità, vista anche la caratura nettamente inferiore degli avversari. Di sicuro questa manifestazione non è certo la Champions, tuttavia resta pur sempre un trofeo europeo da non buttar via. Il Napoli visto ieri all’opera, sebbene il banco di prova non fosse molto probante, ha dimostrato di poter  dire la sua e candidarsi alla vittoria finale; una grande squadra in grado di dominare in lungo ed in largo gli uomini di Magnen e chiudere la pratica in appena 20 minuti di gioco con un 1-2 terrificante, in virtù delle reti del capitano a tutti gli effetti Lorenzo Insigne e di Callejon. Questa formazione  può e deve credere nell’Europa League, obiettivo dichiarato dal tecnico e dal presidente.  La bacheca della società partenopea conserva una sola coppa europea, la Coppa Uefa vinta da Maradona e soci nel lontano 1989. Sono trascorsi dunque quasi trent’anni da quel 17 maggio, a Stoccarda quando il pibe de’ oro alzò la Coppa al cielo. Quest’anno c’è tanta voglia di rivivere quelle emozioni, i tifosi azzurri meritano di godere per un altro  trofeo. La vittoria in Europa League significherebbe per il Napoli un traguardo molto importante poiché, si tratta di  una competizione dal grande valoreIl popolo napoletano ha sempre dato tanto alla propria  squadra ed è giusto che adesso i giocatori diano ancor di più ai loro tifosi che non hanno mai smesso di sognare.

Commenti

Questo articolo è stato letto 418 volte