OBIETTIVO NAPOLI – Vittoria netta e buona prestazione degli azzurri

Vittoria netta e buona prestazione del Napoli, che con il 3-0 in casa ha messo una buona ipoteca sul passaggio del turno, che però non deve essere dato per scontato, considerando la pericolosità interna del Salisburgo.
La positiva prova degli azzurri è stata favorita da un atteggiamento difensivo degli avversari alquanto ridicolo. La coppia centrale austriaca ha costituito un evidente malus per la propria squadra. Ramalho e Ounguene sono stati protagonisti sia di errori individuali che di reparto, concedendo grandi spazi agli attaccanti azzurri e regalando pure qualche palla in fase di impostazione. Per il Napoli è stato spesso facile trovare spazi in profondità. Ci sono state, infatti, maggiori difficoltà per i partenopei nell’impostare l’azione dalle retrovie, grazie anche al generoso pressing avversario, piuttosto che quando si è cercata direttamente la palla lunga negli spazi lasciati liberi dai difensori di Rose.
Tatticamente, il Napoli ha ritrovato tutti i suoi equilibri riproponendo le caratteristiche base del suo 11 titolare, con un terzino a destra più portato a difendere ed uno a sinistra più di spinta, con Callejòn nuovamente libero di rimanere largo sulla destra e Zielinski a venir dentro per favorire le sovrapposizioni. Davanti ottima intesa tra MIlik e Mertens, i due sembrano trovarsi molto meglio tra loro rispetto a quando c’è il più individualista Insigne. In mezzo Allan più frangiflutti davanti alla difesa, con Fabiàn maggiormente libero di appoggiare la fase offensiva. Luci ed ombre nel cuore della difesa. Davanti ad un Meret sempre più decisivo, Koulibaly ha potuto giocare molto sulla sua superiorità tecnica e fisica, pur non apparendo sempre concentrato al massimo, mentre Maksimovic ha alternato chiusure eccellenti a grossolani cali di tensione. Di entrambi dovrà fare a meno Ancelotti nella gara di ritorno, dove presumibilmente ci sarà spazio per Chiriches e Luperto, coppia inedita che potrebbe risentire della poca confidenza con il campo in questa stagione e della scarsa affinità, al cospetto di un avversario che tra le proprie mura sa essere molto insidioso. Per questo motivo, il Napoli non dovrà prendere sotto gamba la gara di ritorno, cercando di fare una gara attenta, intelligente e molto cinica nello sfruttare gli spazi che inevitabilmente gli avversari concederanno.

Commenti

Questo articolo è stato letto 761 volte