Gli interventi di Antonio Corbo, Luca Marchetti, Guglielmo Stendardo e Antonio Giordano a Radio Marte

A Radio Marte, nel corso di ‘Marte Sport Live’, è intervenuto Antonio Corbo, giornalista

“Manolas è un buon colpo, ma i giudizi di oggi possono essere diversi nel corso del campionato, migliorare o peggiorare. Per prendere Manolas, un giocatore con clausola bisognava proprio andare a Montecarlo da Raiola? Apprezzo la pazienza di De Laurentiis, che pur di accontentare Ancelotti non ha pensato ai soldi spesi tra alberghi, ristoranti e la parcella di Raiola.

Raiola ormai è entrato nel Napoli e anche Insigne conta su di lui per migliorare la propria posizione. Tra l’altro, io sono contro le commissioni. Koulibaly e Manolas sono entrambi difensori da anticipo, Albiol invece era la mente: sarà importante la scelta del mediano centrale, così da proteggere la difesa e coordinare il rapporto tra fase attiva e passiva.

La fine del ciclo di De Nicola a Napoli? Onore al medico! Si è distinto come il miglior medico sociale della Serie A, De Laurentiis ne conosce i meriti, ma non è riuscito a minimizzare le tensioni interne relative ad infortuni e condizioni fisiche. C’era qualche tensione anche col preparatore dei portieri: il presidente ha lasciato via libera a De Nicola, ai suoi progetti di scienziato, dando maggiori responsabilità ad Ancelotti e figlio. Le richieste di Ancelotti? Giusto avere pretese, era facile per Mazzarri e Sarri fuggire dalle proprie responsabilità”.

A Radio Marte, nel corso di ‘Marte Sport Live’, è intervenuto Luca Marchetti, giornalista

“Il Napoli ha messo a bilancio 14-15 milioni di plusvalenza con Diawara, un calciatore utilizzato poco da Sarri e Ancelotti per diversi motivi. Le qualità non si discutono, forse l’ambiente ha influito. Manolas? Il Napoli prende uno dei migliori in circolazione ad una cifra ragionevole. Non si tratta di un investimento per il futuro, ma non è detto che tra 3 anni non possa valere ancora questi soldi.

Veretout? Può giocare mezzala o regista, lo vuole anche la Roma e ci pensa il Milan. Ha ottimi livelli di rendimento ed è pronto al salto. James? Vediamo il ruolo che eventualmente occuperebbe, dipende anche dai calciatori che resteranno a disposizione. Tutto dipende da Insigne? No, il Napoli vuole rinforzarsi. Anche perché le spese da affrontare non sarebbero esorbitanti: James sarebbe un’operazione in prestito, Veretout non costerebbe un botto. Inoltre il Napoli con Diawara ha già incassato 20 milioni e non sono pochi: si è reputato giusto lasciarlo andare dopo 3 anni. Attaccante? Il Napoli adesso non lo sta cercando, il mercato delle punte è bloccato. Lozano? Nelle chiacchierate con Raiola di questi giorni è impossibile che non si sia parlato del messicano. Il problema dei diritti di immagine è un ostacolo, parliamo di quasi la metà dello stipendio totale di Lozano.

Icardi? Non so se l’intenzione sia quella di andare al Napoli. Ibrahimovic? Non è un colpo alla ‘De Laurentiis’. Mario Rui via? Resta finché non si trova un altro terzino sinistro. Un altro difensore dopo Manolas? Il reparto del Napoli è competitivo così anche a livello europeo”.

A Radio Marte, nel corso di ‘Marte Live Sport’, è intervenuto Guglielmo Stendardo, ex calciatore

“Manolas-Koulibaly è una delle migliori coppie difensive del campionato e d’Europa. Koulibaly lo conosciamo, Manolas invece, è rapido e molto forte nell’uno contro uno. Albiol ha fatto la differenza a Napoli e non era facile trovare un degno sostituto, ma il Napoli è stato bravo a trovare l’alternativa più valida possibile. Manolas è diverso da Albiol che è molto più tattico: Manolas è un marcatore puro, bravo nell’anticipo ed è difficilmente superabile.

Fabian è stato uno dei migliori centrocampisti e quello che ha fatto con l’Under 21 lo conferma. Poi, è giovane e con Allan e Zielinski il Napoli può contare su un centrocampo di primo livello”.

A Radio Marte, nel corso di ‘Marte Live Sport’, è intervenuto Antonio Giordano, giornalista

“L’acquisto di Manolas è da 9 e il sospetto è che il Napoli abbia formato la coppia più forte del campionato.

James? La trattativa è stata già avviata, mentre a centrocampo dipende tutto da Allan. Poi, rientrerà Rog che è un buon giocatore, ha sbagliato ad andare a Siviglia, ma è ancora un ragazzino e può tornare in corsa. Poi, se andrà via, dovrà essere rimpiazzato.

Fabian Ruiz è strepitoso, un giocatore spaziale che può fare tante cose in una stessa partita. Ha segnato 7 gol nella sua prima stagione e se i dati statistici contano, è un giocatore di prospettiva”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 461 volte