De Laurentiis ai giornalisti: “Leggo dichiarazioni di tanti pezzi di m…”

Siparietto, per così dire, tra Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, e i giornalisti presenti a Salisburgo per l’incontro previsto domani contro la formazione della Red Bull: “Non mi va di parlare, leggo le dichiarazioni di tanti pezzi di merda su tutti i siti e non mi va di parlare. Sento solo cazzate. Poiché a Napoli si vuole distruggere la napoletanità, se la prendessero nel culo”.
“La verità è che non amate Napoli”, ha proseguito il numero uno partenopeo. In un’atmosfera, va detto, decisamente scherzosa, anche perché a microfoni (spenti, ma almeno all’inizio platealmente accesi, considerato che De Laurentiis si è avvicinato al campo durante l’allenamento della sua squadra, seguito anche dai tanti giornalisti presenti, ai quali ha raccontato di essersi stupito, all’inizio della sua avventura azzurra, di come alcuni napoletani non amassero Napoli e il Napoli, quasi per un senso di essere soggiogati nei confronti del nord. Sbagliato, perché De Laurentiis non si sente affatto di seconda serie rispetto alle squadre del nord.
Il presidente si è poi soffermato ad ammirare lo stadio di Salisburgo, l’avveniristica Red Bull Arena in cui domani gli azzurri affronteranno gli austriaci domani sera: un punto di forza innegabile, nella visione e nel progetto di ADL. Che in Italia, per ora, riguarda soltanto poche squadre.

TuttoMercatoWeb.com

Commenti

Questo articolo è stato letto 665 volte