Gli interventi di Pietro Pinelli, Delio Rossi e Gianni Di Marzio a Radio Marte

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Pietro Pinelli, giornalista 

“Gattuso è stato molto più espansivo del solito nella conferenza di presentazione di ieri. Lui generalmente predilige i fatti alle parole. Il tecnico si è infilato in uno spogliatoio poco sereno non solo per i risultati sportivi, ma per tutto il contorno dopo il famoso 5 novembre ed il compito più complicato di Gattuso sarà proprio extra campo perché il valore dei calciatori lo conosciamo tutti”. 

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Delio Rossi, allenatore

“Quando Gattuso arrivò alla Salernitana era molto giovane e un po’ in sovrappeso. Lo andai a vedere in una gara e ricordo che dopo pochi minuti l’arbitro gli sventolò 2 gialli e lo buttò fuori. Alla fine parlai col giocatore e  la sua determinazione mi impressionò. 

Ho allenato Gattuso, ma è sempre difficile capire se un calciatore può diventare anche un buon allenatore perché sono 2 mestieri diversi. Lui ha una sensibilità calcistica spiccata e chi ha giocato a certi livelli è sicuramente agevolato perché sa come si comportano i campioni, come pensano e come si comportano. 

Credo che Gattuso metterà Allan regista e pure se non è un regista classico, ha caratteristiche che si sposano con quelle di Zielinski e Fabian. Gattuso ha un carattere fuori dalla norma ed è una persona umile per cui non so se riuscirà a risolvere i problemi di casa Napoli, ma si gioca una grande occasione”. 

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Gianni Di Marzio, allenatore

“Non avrei esonerato Ancelotti dopo la qualificazione agli ottavi di finale di Champions, ma ci sta vista la situazione di casa Napoli. 

A Gattuso serve il regista perché Allan non può fare quel ruolo sempre. Di certo Gattuso darà una spinta emotiva diversa e credo ci possa essere una risalita del Napoli, ma a gennaio credo che la società potrò andare sul mercato. In attacco Insigne e Lozano credo che giocheranno sugli esterni nel 4-3-3, non vedo alternative. 

Mario Rui l’ho visto molto determinato, concentrato ed aggressivo ultimamente. A Gattuso piacciono anche i giocatori tecnici, non solo quelli di carattere”. 

Commenti

Questo articolo è stato letto 369 volte