Il punto sulla A dopo la mini giornata n. 25, complice il Coronavirus

Il ciclone Coronavirus si abbatte anche sulla nostra penisola con ben 152 casi di contagio e tre vittime, rivoluzionando il 25esimo turno di campionato. Una vera e propria mini giornata che ha visto disputare, in totale, tra venerdì, sabato e domenica solo sei partite. Mancano all’appello ben quattro gare, ovvero Atalanta – Sassuolo, Verona – Cagliari, Torino – Parma e Inter- Sampdoria, non disputate per motivi di sicurezza data la situazione venutasi a creare in Lombardia, Veneto e Piemonte. Per quanto riguarda il calcio giocato nel weekend appena trascorso registriamo il nuovo successo per 2 a 1, in rimonta,  degli uomini di Gattuso, al Rigamonti di Brescia, ottenuto nella gara di venerdì scorso, la conferma dell’ormai non più sorprendente Lazio, vittoriosa per 3 a 2 sul Genoa, nel lunch match domenicale a Marassi, la vittoria dei bianconeri per 2 a 1  a Ferrara contro la Spal , i pareggi  interni per 1 a 1  della Fiorentina, contro il Milan e del Bologna con l’Udinese ed infine il travolgente 4 a 0 casalingo della Roma nei confronti del Lecce nell’unico match disputato nel pomeriggio di ieri. Grazie al sesto successo nelle ultime  sette gare il Napoli si colloca al sesto posto in classifica con 36 punti, in condominio con i rossoneri di Pioli e comincia a sentire profumo di Europa League. In fondo alla graduatoria si complica non poco la situazione di Brescia e Spal che appaiono le due principali candidate alla retrocessione. In lotta, al momento, per salvarsi le due genovesi, il Lecce e persino il Torino.

Commenti