Napoli -7 dal ritorno in campo, gli uomini di Gattuso mirano alla Coppa Italia

Mancano esattamente 7 giorni agli uomini di Rino Gattuso per tornare al calcio giocato. Sabato 13 giugno, infatti, al San Paolo, scenderà l’Inter di Antonio Conte per disputare il match di ritorno del penultimo atto della competizione nazionale tricolore 2020. I partenopei mirano innanzitutto alla finale che si giocherà appena quattro giorni dopo all’Olimpico di Roma e quindi alla conquista del trofeo che manca in bacheca dalla drammatica notte dell’agguato al tifoso napoletano Ciro Esposito: era il 3 maggio 2014, gli azzurri si imposero sulla Fiorentina per 3 a 1. Come sappiamo si ripartirà dall’1 a 0 di San Siro del mese di febbraio, un vantaggio da difendere con le unghie. Prima della sospensione per l’emergenza coronavirus, il Napoli, targato Gattuso,  infilò una striscia positiva che nelle ultime nove partite portò sette vittorie ed il pari di Champions con il Barcellona, con l’unica sconfitta subita al San Paolo ad opera dei salentini leccesi. Dopo quel k o l’undici napoletano si ritrovò e raggiunse una forma invidiabile al punto da mettere sotto le prime della classe come Juve, Lazio e Inter. La compagine azzurra aveva  trovato nuovamente il feeling con il gol, mettendo a segno 16 reti in 9 gare. L’evoluzione era avvenuta anche in difesa con 9 gol subiti, un buon risultato che tuttavia il tecnico calabrese, tornato a Castel Volturno subito dopo i funerali della sorella, vorrebbe  migliorare ulteriormente, facendo leva sulla coppia centrale formata da Koulibaly e Maksimovic, visto che, per ora, Manolas non è ancora disponibile.  Alla ripresa delle “ostilità” tra Coppa Italia,  campionato ed infine il ritorno europeo con il Barcellona, il Napoli sarà sottoposto ad un tour de force enorme vista la vicinanza dei match; in poche parole si giocherà ogni tre giorni fino ad agosto. Pertanto Gattuso si prepara a bilanciare le energie dei suoi giocatori. Sul fronte rinnovi, trovata l’intesa con Mertens e Zielinsky il presidente sta lavorando per far restare anche  Callejon con il quale, però si è ancora al dialogo. Molto lontano invece il rinnovo dell’attaccante polacco Milik, il giocatore al 90% sarà ceduto.

Commenti