Di Marzio: “Napoli, Gattuso ha lavorato bene ma a fine stagione Juric o Italiano”

A commentare la giornata di campionato al Maracanà Show di TMW Radio è stato l’ex tecnico Gianni Di Marzio.

Roma, è ora di cambiare Fonseca?
“Il desiderio di De Laurentiis è Fonseca. Nonostante la rimonta di Gattuso, non credo rimarrà. Fonseca mi ha deluso, perché ho visto un gioco troppo prevedibile. Il Napoli aveva due-tre marce in più, non solo dal punto di vista atletico. Ho visto un discreto secondo tempo ma senza impensierire realmente il Napoli. C’era un vuoto davanti alla linea difensiva del Napoli, la Roma non ne ha approfittato”.

Fonseca dice di mancanza di coraggio e paura:
“Le motivazioni deve darle l’allenatore. Nell’intervallo qualcosa è scattato ma era troppo tardi. Gattuso ha messo un muro giustamente grazie al doppio vantaggio. E’ stata ben poca cosa la Roma. Le motivazioni doveva darle l’allenatore. A volte basta poco per darle ai propri giocatori. In due partite il Napoli gli ha fatto sei gol. Con questo ko è difficile recuperare Napoli e Atalanta”.

Roma e Napoli, cambi a fine stagione in panchina?
“Per me cambieranno entrambi i tecnici. Sarri può farli giocare bene, Allegri andrà credo all’estero, in un grande club. A Napoli andrà uno come Juric o Italiano”.

Napoli al completo ha ripreso la marcia. E’ giusto così?
“A Gattuso lo hanno massacrato, tante le trappole che ha trovato. A Napoli ha lavorato bene. Ha sempre tentato questo tipo di gioco, ma devi avere personalità e qualità. Per me però non rimane neanche se centra il quarto posto. I media napoletani gli hanno teso delle trappole, lo hanno trattato malissimo. E’ stato davvero messo in croce”.

Crede nel ritorno del Napoli?
“Deve vincere a Torino contro la Juventus, altrimenti è l’Atalanta che va avanti”.

TuttoMercatoWeb.com

Commenti