Festa a casa McKennie: intervenuti i Carabinieri per violazione norme antiCovid

Festa di una ventina di persone a casa del giocatore juventino McKennie con altri giocatori bianconeri, tra cui Dybala. Intervenuti i Carabinieri per violazione delle norme antiCovid. Ecco quanto riporta l’edizione on line de La Stampa:

“Accade che intorno alle 23.30, ben oltre l’orario di coprifuoco, un’auto del Radiomobile dei carabinieri si ferma davanti al cancello della villa di Weston McKennie, texano centrocampista della Juventus e della nazionale statunitense. I militari sono stati chiamati da qualcuno perché in quella villa, è evidente, è in corso una festa. I carabinieri suonano, cercano di farsi aprire. Ma dalla villa nessuno ha intenzione di farlo.
All’interno ci sono venti persone. Tra queste Paulo Dybala, attaccante argentino anche lui in forza ai bianconeri, e Arthur Melo, centrocampista brasiliano arrivato da qualche mese a Torino. La trattativa va avanti per un’ora. I carabinieri chiedono di entrare, gli occupanti non aprono.
E’ una situazione delicata. Tra difficoltà con la lingua e timori, i calciatori aprono solo dopo parecchio tempo. Alla fine, però, il cancello viene aperto e i militari entrano a casa McKennie. Da quel momento c’è massima collaborazione.”

Commenti