ANTEPRIMA PARTITA Napoli vs Crotone

Archiviata nel migliore dei modi la parentesi nazionale italiana, domani, torna alla ribalta il campionato di serie A, con la giornata numero ventinove. Il Napoli, dopo le due brillanti vittorie in trasferta con Milan e Roma, in questo turno pasquale, ospiterà il fanalino di coda Crotone, in una gara apparentemente facile ma non da sottovalutare, Benevento docet. Gattuso contro Cosmi per un duello inedito ma avvincente. Il tecnico azzurro ha recuperato quasi tutti i giocatori ad eccezione di Demme ed Ospina. Stamane ci sarà un nuovo test per Piotr Zielinsky, risultato, in un primo momento, positivo al covid, dopo le gare con la sua nazionale ma poi al secondo tampone invece c’è stata la negatività. Del resto il polacco aveva già contratto il virus qualche mese fa. Tutto bene per i tre nazionali italiani Di Lorenzo, Meret ed Insigne che non sono stati trovati positivi pur avendo avuto qualche contatto con i quattro dello staff tecnico azzurro usciti positivi, nel corso dell’avventura internazionale. Oltre a Demme ed Ospina, infortunati, il Napoli, contro i calabresi, non potrà contare neanche su Koulibaly, squalificato per un turno, dal giudice sportivo. Dal canto suo l’allenatore degli ospiti avrà a disposizione tutta la rosa pur se Ounas, Luperto e Cigarini, ex azzurri, non sono al meglio della condizione. Stando a queste informazioni, vediamo le possibili formazioni che scenderanno in campo allo stadio Maradona:

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Fabian Ruiz, Bakayoko; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen. Allenatore: Gattuso

CROTONE (4-2-3-1): Cordaz; Magallan, Golemic, Djidji; Rispoli, Messias, Benali, Vulic, Molina; Simy, Di Carmine. Allenatore: Cosmi

Passiamo, come di solito, alle curiosità ed alle statistiche di questo match: in passato Napoli e Crotone si sono incrociati, complessivamente, in nove occasioni in cui una sola volta la compagine rossoblù è riuscita a battere gli azzurri. Era il lontano 2007 quando i calabresi si imposero in casa per 2 a 1. Nelle altre otto partite gli azzurri hanno raccolto sette successi ed un pareggio che arrivò nel primo scontro della storia in massima serie. Per quanto concerne le reti, i partenopei hanno realizzato 16 gol subendo solamente cinque. I favori del pronostico sono tutti, ovviamente, a favore dei padroni di casa. Nella partita di andata, giocata allo Scida la formazione di Gattuso travolse la squadra allora allenata da Stroppa  per 4-0, con le reti di Insigne, Lozano, Demme e Petagna.

Commenti