Gli interventi di Dario Marcolin, Salvatore Caiazza e Alfredo Amoroso a Radio Crc

Marcolin a Radio Crc: “Napoli poco cattivo, appunti per il prossimo mercato”

Nel corso di ‘Arena Maradona’ su Radio Crc è intervenuto Dario Marcolin, ex centrocampista del Napoli e attuale opinionista Dazn. “Il Napoli è bello da vedere – ha detto Marcolin a Radio Crc – gioca il miglior calcio d’Italia insieme all’Atalanta. Però, in fase passiva è poco cattivo. Purtroppo l’ha dimostrato pure a Torino. Il risultato più giusto di Juve-Napoli sarebbe stato il pareggio. Gli azzurri hanno perso perché non hanno avuto cattiveria nel contenere le iniziative dei bianconeri”. Non è stata, però, soltanto colpa dei difensori. “Secondo me Demme avrebbe dovuto aiutare di più Hysaj a contenere Chiesa sulla fascia sinistra – ha detto Marcolin a Radio Crc – mi sono piaciuti molto, invece, Fabian e Zielinski. Nella ripresa la Juve si è inchinata a questi due stupendi centrocampisti”. Per Dario Marcolin la mancanza di cattiveria in fase di non possesso deve mettere in preallarme il Napoli in estate. “Sul mercato vanno cercati anche calciatori in grado di intervenire con più furore agonistico quando c’è bisogno di spezzare il gioco degli avversari – ha detto Marcolin a Radio Crc – in fase di costruzione al Napoli non si può dire nulla. Ma bisogna anche difendere bene, però”.

Caiazza a Radio Crc: “Contro la Samp serve un Napoli reattivo. Osimhen è l’uomo del rush finale”

Ad ‘Arena Maradona’ su Radio Crc è intervenuto Salvatore Caiazza, giornalista de ‘Il Roma’. “Domani mi aspetto un Napoli reattivo – ha detto Caiazza a Radio Crc – gli azzurri devono riscattare la sconfitta contro la Juve. A Torino è arrivato un ko immeritato. Il Napoli deve riprendersi al più presto e cercare di conquistare almeno sette punti nelle prossime tre gare contro Sampdoria, Inter e Lazio. Anzi, nel caso i nerazzurri arrivassero al ‘Maradona’ con un ampio vantaggio nella lotta scudetto, il Napoli potrebbe pure puntare al bottino pieno”. Secondo Salvato Caiazza “Al Napoli manca cattiveria. E’ così da quando sono andati via Reina, Hamsik e Albiol. Pensavo che Bakayoko potesse colmare questa lacuna, ma mi sono sbagliato. Spero che nel prossimo mercato il Napoli possa trovare un rimedio”. A proposito della prossima stagione, “il punto fermo sarà Osimhen – ha detto Caiazza a Radio Crc – per me il nigeriano è l’uomo di questo rush finale e soprattutto sarà il titolare in attacco nel prossimo anno”.

Amoroso (ad Napoli Basket): “Dalla Coppa Italia la spinta per il salto in Serie A1”

Durante ‘Arena Maradona’ su Radio Crc è intervenuto Alfredo Amoroso, amministratore delegato del Napoli Basket, fresco di vittoria della Coppa Italia di Serie A2. “La conquista della Coppa Italia di Serie A2 per noi è stata una grande soddisfazione – ha detto Amoroso a Radio Crc – la città di Napoli aveva bisogno di questo trofeo, che ci darà la spinta per tentare la scalata in Serie A1”. “Adesso – ha proseguito Amoroso – affronteremo la fase a orologio. L’obiettivo è arrivare ai play off da primi in classifica. Ce la possiamo fare”. Questo anche grazie al lavoro di coach Sacripanti. “Ci siamo affidati a un allenatore di livello internazionale – ha detto Amoroso a Radio Crc – la sua esperienza è stata determinante per la conquista della Coppa Italia”. Il progetto del Napoli Basket si poggia sui giovani. “La nostra politica è valorizzare i talenti presenti sul territorio – ha detto Amoroso a Radio Crc – finora i risultati ci hanno dato ragione. A dimostrazione di ciò c’è anche la grande armonia che c’è tra la squadra e la dirigenza. Siamo tutti uniti per portare il nome di Napoli sempre più in alto”.

Commenti