EDITORIALE DEL LUNEDI: immediato riscatto azzurro, espugnato il Ferraris

Dopo il mercoledì infausto di Torino, registriamo l’immediato riscatto azzurro in quel di Genova, al Luigi Ferraris, sponda blucerchiata. Il Napoli, nel pomeriggio di ieri ha, infatti, battuto alla grande la Sampdoria per 2 a 0, risultato che lo tiene ancora in piena corsa per una posizione Champions League, insieme alle altre concorrenti, anch’esse tutte vittoriose. Si preannuncia, quindi un rush finale di campionato assai affascinante tra ben cinque squadre, Milan, Juve, Atalanta, Napoli e Lazio per gli altri tre posti disponibili per il raggiungimento della partecipazione alla prossima edizione della massima manifestazione europea per club. Quello visto a Marassi è stato un Napoli molto convincente e autoritario che ha tenuto in scacco gli avversari per l’intera partita, collezionando un perentorio possesso palla e tante occasioni gol mancate per un soffio. Le due reti del successo confezionate da Fabian Ruiz e Osimhen, due protagonisti assoluti dei 96 minuti del Ferraris, sono state due perle di pregiata fattura che hanno mandato in visibilio la tifoseria partenopea che ha ritrovato, così, morale e fiducia nella propria squadra che quando gioca da Napoli, con tutti gli effettivi, evidenzia grande qualità che se non ci fossero stati i tanti infortuni e le defezioni per covid, avrebbero potuto indirizzare questa stagione verso ben altri risultati. Grande rammarico per quei punti buttati al vento, in particolare  in casa, con compagini, con tutto il rispetto mediocri, come Sassuolo, Spezia, Torino, per non parlare di quell’ingenuità a pochi secondi dal termine di Reggio Emilia che tolse un successo che sembrava ormai raggiunto. Altri due punti gettati alle ortiche che oggi avrebbero proiettato il Napoli al quarto posto. Ma come sappiamo rimpiangere per il latte versato non serve a nulla, ora bisogna soltanto guardare avanti e continuare senza più passi falsi per conquistare l’obiettivo stagionale che, mai come attualmente, appare in netta portata della squadra di Gattuso. Domenica sarà ospite allo stadio Maradona di Fuorigrotta la lepre di questa serie A, ovvero l’Inter per un big match infuocato in cui tutti ci attendiamo una conferma da parte di Insigne e compagni che come dimostrarono all’andata a San Siro non sono affatto inferiori ai nerazzurri. Fu vera gloria? Lo scopriremo domenica alle 22,40! Per il momento godiamoci questa brillante vittoria.

Commenti