Gli interventi di Alfonso De Nicola, Salvatore Aronica, Ciro Troise a Radio Crc

De Nicola a Radio Crc: “Per Ospina un mese di stop. Insigne merita di guadagnare di più”

“Ospina resterà fermo per circa un mese. Le lesioni di primo grado al bicipite femorale hanno bisogno di almeno 23 giorni per cicatrizzarsi. Poi ci sarà l’allenamento per rientrare in forma”. L’ha detto oggi ai microfoni di Radio Crc, nel corso di ‘Arena Maradona’, l’ex medico sociale del Napoli Alfonso De Nicola. “Quando c’ero io nello staff medico del Napoli – ha detto De Nicola – ho sempre cercato di prevenire gli infortuni muscolari, perché statisticamente sono quelli che si verificano più spesso. Il problema non è curarli, ma prevenirli”. De Nicola ha anche avuto modo di dire la sua sul prosieguo della carriera di Mertens e sulle voci sul rinnovo di Insigne. “Fisicamente Mertens è a posto – ha detto De Nicola a Radio Crc – bisognerà capire se dal punto di vista mentale avrà ancora voglia di dare tanto al Napoli nei prossimi anni. Vedremo. Per quanto riguarda Insigne, Lorenzo merita di guadagnare il giusto. Intende restare in azzurro, ma vuole, a giusta ragione, guadagnare di più perché è lui che mantiene tutta la sua famiglia”. Infine un commento sulla possibilità che il Napoli acquisti De Paul. “E’ un grande giocatore – ha detto De Nicola a Radio Crc – sarei felicissimo di vederlo a Napoli”.

Aronica a Radio Crc: “Lamela è perfetto per il Napoli. Auspico il ritorno in azzurro dei fratelli Cannavaro”

“Lamela mi impressionò già quando era alla Roma, adesso ha il giusto bagaglio di esperienza per imporsi a Napoli. Finora Manolas non è riuscito a sostituire al meglio Albiol”. L’ha detto oggi ai microfoni di Radio Crc, nel corso di ‘Arena Maradona’, l’ex difensore del Napoli Salvatore Aronica. “Ho affrontato Lamela diverse volte da avversario quando era alla Roma – ha detto Aronica a Radio Crc – allora era giovanissimo e non riuscì a dare il contributo che speravano i giallorossi. Adesso arriverebbe dalla Premier, un campionato superiore all’attuale Serie A e sono convinto che nel caso il Napoli lo acquistasse, l’argentino potrebbe fare la differenza”. Non l’ha fatta, almeno per il momento, Manolas. “Il suo rendimento è sotto gli occhi di tutti – ha detto Aronica a Radio Crc – ci si aspettava molto da lui. Fu acquistato per sostituire Albiol, un difensore con caratteristiche diverse, ma nel complesso superiore al greco. Purtroppo Manolas non è riuscito a non farlo rimpiangere”. Missione che adesso spetta a Meret nei confronti di Ospina, ai box per infortunio. “Gattuso preferisce Ospina per una migliore qualità di palleggio – ha detto Aronica – invece io schiererei sempre Meret. Adesso l’ex portiere della Spal avrà più spazio per confermare le sue qualità”. Infine un giudizio sull’ipotesi del ritorno in azzurro dei fratelli Cannavaro. “Me lo auguro – ha detto Aronica – io sono un loro grande amico. Con Fabio e Paolo, attualmente in Cina, il Napoli acquisterebbe blasone e competenza. Speriamo che le voci sul loro ritorno possano concretizzarsi”.

Troise a Radio Crc: “Difficile pensare a un addio di Giuntoli. Le cifre che circolano su Osimhen  non sono vere”

Nel corso di ‘Arena Maradona’ su Radio Crc è intervenuto Ciro Troise, giornalista del Corriere del Mezzogiorno. “Difficile fare la corsa Champions sul Milan – ha detto Troise a Radio Crc – quattro punti di vantaggio a otto giornate dal termine possono avere il loro peso”. Per quanto riguarda, invece, le strategie del Napoli, secondo Troise “E’ difficile pensare che Giuntoli possa andare via. Ha un contratto col Napoli sino al 2024 a cifre importanti. Si parla della possibilità che vada alla Fiorentina, ma io ci credo poco”. Come è difficile credere che Osimhen sia stato pagato realmente 80 milioni. “I presidenti tendono sempre ad esagerare nelle dichiarazioni – ha detto Troise – Osimhen è stato pagato 50 milioni, più 10 di bonus quasi impossibili da raggiungere. Inoltre sono stati inseriti nell’affare dei ragazzi delle giovanili, che stentano a mettersi in luce. Secondo me il Napoli ha fatto bene a investire su Osimhen. Non posso dire lo stesso per quanto riguarda l’affare Lobotka, pagato 20 milioni a 26 anni”.

Commenti