Corsa Champions: a La Spezia per il Napoli ultima spiaggia per restare attaccato al treno europeo

La lotta Champions, dopo la trentaquattresima giornata, si fa sempre più serrata, con cinque formazioni in corsa per tre posti disponibili: Atalanta, Juventus, Milan, Napoli e Lazio, in queste ultime quattro gare, si giocano tutte le carte per centrare l’obiettivo Champions League, però due di esse, purtroppo, dovranno accontentarsi della seconda competizione continentale. In seguito al mezzo passo falso con il Cagliari, al Maradona, per il Napoli, la partita di sabato, in Liguria, contro lo Spezia sarà l’ultima spiaggia per rimanere attaccato al treno europeo che porta ai gironi di qualificazione alla prossima edizione della più prestigiosa manifestazione calcistica per club. Gli azzurri, infatti, non possono più sbagliare, non ci sono alternative se non il risultato pieno. Serve un poker di successi per essere sicuri di raggiungere il traguardo prefissato ad inizio stagione. Tra le candidate, almeno sulla carta, la formazione di Gattuso sembra avere il calendario migliore, tuttavia, incontrare la compagine di Italiano, che all’andata sbancò il San Paolo, non sarà ovviamente semplice, visto che i liguri sono impelagati nella lotta salvezza. Disgraziatamente i due punti gettati al vento, domenica, hanno bruciato l’unico bonus a disposizione di Insigne e company, per cui, i partenopei sono condannati a totalizzare i 12 punti rimasti in palio di qui alla fine del campionato. La trentacinquesima giornata che partirà sabato pomeriggio, proprio con l’anticipo Spezia vs Napoli, si rivela fondamentale in chiave piazzamenti Champions; lo scontro diretto tra bianconeri e rossoneri, a Torino, in caso di successo, permetterebbe al Napoli di guadagnare punti su una, oppure su tutte e due le concorrenti. Per intenderci, la squadra del tecnico calabrese ha davanti a sé quattro finalissime senza appello che non ammettono assolutamente ansia o cali di tensione, in particolare nei finali di partita, come accaduto contro i sardi, o a Reggio Emilia.  A quanto pare, questa è una pecca che il Napoli ha ostentato spesso, in questo torneo. Sbagliare è umano, perseverare è diabolico.

Commenti