Gli interventi di Riccardo Trevisani, Vittorio Tosto e Dario Marcolin a Radio Crc

Trevisani a Radio Crc: “Eccellente la stagione del Napoli. Mourinho colpo mediatico eccezionale, ma la Roma non è ancora una squadra fortissima”

Durante ‘Arena Maradona’ su Radio Crc è intervenuto Riccardo Trevisani, giornalista Sky. “Con l’ingaggio di Mourinho la Roma ha messo a segno un colpo eccezionale dal punto di vista mediatico – ha detto Trevisani a Radio Crc – però adesso dovrà accontentarlo sul mercato. Allenatori come Mourinho funzionano soltanto nel caso in cui abbiano a disposizione dei top player, già formati o potenziali. Se la Roma sarà protagonista anche durante la campagna trasferimenti, allora l’avventura di Mourinho alla Roma potrà funzionare. Mourinho ha bisogno di una squadra fortissima. Adesso la Roma non lo è”. Per quanto riguarda, invece, il Napoli, “la stagione degli azzurri è stata eccellente in relazione alle tante difficoltà incontrate da Gattuso sul proprio cammino. Non credo che Gattuso possa restare a Napoli, perché la fuga di notizie per quanto riguarda i contatti con gli altri allenatori, ha deteriorato i rapporti tra il tecnico e la dirigenza. Però è giusto dire che senza tutti quegli infortuni, il Napoli sarebbe già in Champions. Alla fine, però, ce la farà lo stesso”. Per quanto riguarda il possibile sostituto di Gattuso sulla panchina del Napoli, Trevisani ha detto che “gli azzurri cascherebbero bene nel caso ingaggiassero uno tra Sarri, Spalletti e De Zerbi”.

Tosto a Radio Crc: “Assurdo non confermare Gattuso. Napoli, stai molto attento allo Spezia”

“Assurdo non rinnovare il contratto a Gattuso. Senza le conferme di Rino e Giuntoli il Napoli avrà perso una grande occasione per programmare il futuro. Lo Spezia è una zanzara che quando ti punge, ti fa male davvero, sabato non sarà facile batterla”. L’ha detto oggi ai microfoni di Radio Crc, nel corso di ‘Arena Maradona’, l’ex difensore del Napoli Vittorio Tosto. “Non riesco a capire come mai a maggio il Napoli non ha ancora scelto a chi affidarsi per i ruoli di allenatore e di direttore sportivo – ha detto Tosto a Radio Crc – Gattuso e Giuntoli sono gli uomini giusti. La piazza di Napoli è molto legata a Rino. L’ha dimostrato anche in occasione della scomparsa della sorella, quando tutta la città si strinse attorno all’allenatore. Vederlo andare via sarà un vero peccato”. Secondo Tosto la Roma ha già dimostrato di saper programmare meglio il futuro rispetto al Napoli. “L’idea Mourinho nacque a Natale, quando la famiglia Friedkin perfezionò il passaggio delle quote della Roma – ha detto Tosto a Radio Crc – non convinci Mourinho con una telefonata. I dirigenti della Roma sono stati bravi a tenere nascosta la notizia e ad apporre nel migliore dei modi il primo tassello, fondamentale per il loro progetto: un allenatore top e Mourinho lo è”. Tornando, invece, al Napoli, Tosto ha messo in guardia gli azzurri sul prossimo impegno di sabato. “Contro lo Spezia non sarà facile – ha detto Tosto a Radio Crc – lo Spezia è come una zanzara che ti punge quando non te lo aspetti e ti fa molto male. Meglio fare attenzione”.

Marcolin a Radio Crc: “Mou ridimensionato, ma più ricco. Servono acquisti top, ma la Roma ha debiti. Il Napoli deve approfittare delle paure dello Spezia”

“Con l’arrivo di Mourinho e la presenza di Cristiano Ronaldo, la Serie A diventa ancora più interessante. Torna in Italia un Mourinho ridimensionato dopo gli addii al Chelsea, al Manchester United e al Tottenham, ma un po’ più ricco. Adesso bisognerà capire la Roma che squadra gli metterà a disposizione. Il club dei debiti da sanare, vediamo quali giocatori riuscirà a prendere”. L’ha detto oggi ai microfoni di Radio Crc, nel corso di ‘Arena Maradona’, Dario Marcolin, ex centrocampista di Napoli e Lazio. “L’arrivo di Mourinho alla Roma ricorda quello di Ancelotti a Napoli – ha detto Marcolin a Radio Crc –  quando Carlo andò a Napoli, si facevano i nomi di Benzema e di altri top player che poi non sono arrivati e le cose non sono andate nel migliore dei modi. Adesso bisognerà capire che cosa succederà tra la Roma e Mourinho, che chiede calciatori già pronti. Dzeko, ad esempio, potrebbe essere tolto dal mercato”. Marcolin ha avuto anche modo di commentare la corsa Champions con il prossimo impegno del Napoli in trasferta contro lo Spezia. “Il Napoli ha parecchie chance di vincere contro lo Spezia – ha detto Marcolin – perché adesso i liguri hanno cambiato modo di giocare. Non cercano più il risultato attraverso il palleggio, perché è subentrata un po’ di paura di retrocedere. Il Napoli ne potrebbe approfittare”.

Commenti