Gli interventi di Antonio Corbo, Fabio Mandarini, Carlo Laudisa e Gianni Improta a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Antonio Corbo, giornalista.
“Penso che il Napoli debba procedere alla vendita eventuale di alcuni giocatori. Se alcuni sono contesi bisogna prima procedere a vendere. Se dovessi suggerire al Napoli cercherei di fare qualche scambio, per rigenerare un po’ di entusiasmo. Ci sono giocatori stanchi e usurati. Quindi prima scambi e vendite e poi acquisti.
Se un allenatore crede in un giocatore e un calciatore nel suo tecnico si possono ottenere risultati incredibili. Io ricordo che Pazienza con Mazzarri diventò un mediano quasi da Nazionale. Se i giocatori sono al posto giusto corrono di meno e rendono di più.
Bakayoko? Ha deluso. Hai tifosi dico di ricordare i nomi di Zanoli e Folorunsho. Il primo ha gamba ed è fortissimo, il secondo ha già 23 anni ma non significa niente. Il calcio a volte si accorge dei giocatori un po’ tardi. Non li mollerei, lui e Zanoli sono due nuovi acquisti. Magari li mandi in Serie B, si sentono fenomeni e poi si rischia di perderli”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Fabio Mandarini, giornalista.
“Priorità di mercato del Napoli? Non cedere. Sotto questo punto di vista la squadra è forte come detto anche da Spalletti, sarebbe un enorme problema perdere Koulibaly, Fabian Ruiz o non risolvere la situazione di Insigne. Demme era l’unico riferimento del gioco, quello che collega la fase difensiva a quella offensiva. Mi rendo conto che il Napoli ha delle esigenze di bilancio, legate ai conti. Dall’altro lato ho ascoltato più volte Spalletti con attenzione e mi è parso chiarissimo il suo messaggio, non c’è da interpretare: l’ho trovato molto grafico e onesto nel dire che serve un Napoli forte per puntare alla Champions League. Con il centrocampista si può anche ovviare ma lui vuole sicuramente un terzino sinistro, si è capito che si tratta di una strategia interna ed è una priorità assoluta. Il Napoli non andrà sul mercato per sostituire Demme, anche se potrebbe saltare tra le 7 e le 10 partite. I 3 giocatori candidati a essere valutati per la prima squadra sono Folorunsho, Zanoli e Zedadka, il secondo su tutti. Zanoli piace molto a Spalletti e alla dirigenza, stessa cosa Folorunsho. Non hanno esperienze a certi livelli ovviamente. Però se vuoi lottare ad alti livelli probabilmente un centrocampista lo devi avere. Non può sfuggire una cosa però: al momento è tutta un’incognita. Se non si chiarisce la situazione cessioni non si sblocca il mercato. Ghoulam? Altra incognita, ha dimostrato di avere troppi problemi e questo dispiace perché meriterebbe di avere più tranquillità. Stava incominciando a fare gamba e a far intravedere delle cose che potevano portare un futuro più roseo. La situazione è particolare, io capisco che i tifosi facciano dei ragionamenti ma ripeto, tutto è un’ingognita”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Carlo Laudisa, giornalista.
“C’è stata grande attenzione sulla scelta di Ronaldo ma lui già da 20 giorni aveva comunicato che si sarebbe presentato alla Continassa. Kessié ha fatto una promessa al Milan a vita, ora siamo curiosi di vedere cos’accadrà con il suo agente, se prenderà piede il progetto quinquennale. Il Milan vuole fare in fretta: dopo aver perso Donnarumma e Calhanoglu non vuole fare lo stesso con lui. Mertens e Ibrahimovic pesano sulle richieste contrattuali degli altri? Sicuramente il problema pesa, anche il dialogo con Insigne stenta a prendere corpo. Infortunio Demme e Napoli sul mercato? Il tema è economico, realisticamente Spalletti chiederà a Fabian Ruiz di adattarsi e di rimanere, anche perché al momento offerte non se ne vedono. Demiral? Andrebbe in Premier League o in Bundesliga, dove i soldi ci sono. Ecco perché la Juve può alzare il prezzo. Locatelli? Vuole andare alla Juventus quindi questo avvantaggia i bianconeri”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Gianni Improta, dirigente.
“Folorunsho e Zanoli? Non penso che siano arruolabili ancora. Anche per Gaetano è lo stesso, lo vede sempre giocare in un ruolo che non è confacente alle sue qualità. Lui è un trequartista e può fare bene il sottopunta. Penso che il Napoli debba assolutamente ricorrere al mercato per via dell’infortunio occorso a Demme, non può presentarsi ai nastri di partenza con i centrocampisti contati. Si potrebbe anche pensare a un cambio di modulo, come un 3-5-1-1. Il Napoli deve fare uno sforzo e prendere un altro centrocampista. Folorunsho ed Elmas? Folorunsho lo conoscevo ma non mi sembra pronto per il Napoli, altrimenti dobbiamo parlare di altro e non di quarto posto. Mi spiace dirlo ma vedo che questa stagione si sta avviando verso una cattiva stella: tra infortuni, contratti da rinnovare e altro mi sembra una stagione tanto strana. Però nel calcio ci sono dei momenti in cui la dirigenza e l’allenatore si devonoi sedere a un tavolo e vedere realmente cosa possono fare per non trovarsi spiazzati quando si riparte. Certamente l’avranno fatto, certamente lo faranno e lo stanno facendo. Però poi si legge a destra e a manca di notizie frastagliate e inutili che non portano niente di concreto alla causa. Spalletti si deve imporre, ha lanciato qualche segnale sulla rosa, ora la palla passa alla società”.

Commenti