Renica: “Napoli-Benevento? Queste figure non si devono fare mai nemmeno in allenamento, non ci sono giustificazioni”

A Radio Marte nel corso della trasmissione Marte Sport Live è intervenuto Alessandro Renica, allenatore.

“Napoli-Benevento? Noi non avevamo mai perso una partita così netta con una squadra di Serie B. Non è una cosa bella, anzi, non conta ma fino a un certo punto. Il Napoli aveva giocatori di qualità in campo, non è che sia andato in campo con le riserve delle riserve. Può capitare ma non è stato piacevole vedere giocatori che potevano dare una convizione maggiore all’allenatore che non lasciano tranquilli. Così come non lascia tranquilli il fatto che una partita così non sia stata percepita come una gara per mettersi in mostra.
Dove giochi giochi, se hai qualità te la cavi. Anche io potevo giocare a centrocampo e avrei avuto meno qualità nel recupero palla ma la qualità ci sarebbe stata. Ora è andata, contro la Juventus vedremo sicuramente un altro Napoli. Queste figure non si devono fare mai nemmeno in allenamento, non ci sono giustificazioni, è stata una cosa non bella. Osimhen? Giocatore mobile, difficile da prendere. Ma conta la motivazione, la voglia della squadra. Dal punto di vista tattico sarebbe ideale comunque che ci fosse Osimhen perché Bonucci e Chiellini lo soffrirebbero particolarmente, non avrebbero un punto di riferimento. Anche mettere il falso nove non sarebbe una cattiva idea, lo potrebbe fare Insigne o Lozano”.

Commenti