Qualificazioni Mondiali 2022: molti dubbi per il ct Mancini, dopo i tanti infortunati che hanno lasciato il ritiro

Domani sera, allo stadio Olimpico di Roma, la nazionale italiana guidata da Roberto Mancini, tornerà in campo per affrontare la Svizzera, a pari punti in classifica,  in una sorta di spareggio per il primo posto nel girone di qualificazione ai prossimi Mondiali in Qatar del novembre 2022. Il ct dell’Italia nutre molti dubbi sulla formazione, viste le defezioni improvvise di alcuni titolari. Gli interrogativi riguardano, in particolare la difesa, infatti il capitano Chiellini ha abbandonato il ritiro e Bonucci non è al meglio della condizione fisica ma probabilmente potrebbe giocare al fianco di  Acerbi, mentre sulle corsie laterali ci sarà spazio per il napoletano  Di Lorenzo e l’italo brasiliano Emerson Palmieri . Ovviamente tra i pali Gigio Donnarumma, oggi al PSG.  Nella zona centrale del campo i papabili sono  Locatelli e Jorginho, con l’interista  Barella che, però, è a rischio. In caso di un suo forfait ballottaggio tra  Cristante e Tonali. Pessina, rientrato nel gruppo, difficilmente troverà spazio dal primo minuto.  In attacco, dopo l’abbandono di Ciro Immobile, il tridente potrebbe essere formato  da  Federico Chiesa, falso nueve, con Berardi  a destra e Lorenzo Insigne sulla fascia mancina. Se Atene piange, Sparta non ride! Anche la Svizzera, domani sera, avrà tante assenze importanti. Il tecnico elvetico dovrà rinunciare a ben sette titolari.  Zuber e Embolo che figuravano nell’elenco dei convocati, infatti, non ci saranno, stessa cosa per Elvedi, Fassnacht e Kobel, Xhaka, Seferovic anch’essi in infermeria.

 

Commenti