Politano: “Sarà un mese di fuoco: da lì capiremo dove potremo arrivare”

L’esterno destro del Napoli, Matteo Politano, ha rilasciato alcune dichiarazioni a radio Kiss Kiss Napoli nel corso del nostro consueto incontro settimanale con un tesserato azzurro: “Ho ancora tanto da lavorare, voglio migliorarmi sempre di più. So di essere sulla buona strada, ma posso fare ancora meglio. Io e la mia famiglia stiamo benissimo a Napoli, siamo contenti di essere qui. Contro l’Inter vogliamo conquistare un risultato positivo anche per tenere a distanza la compagine di Simone Inzaghi. Sarà una gara da vincere. Non è facile dopo le soste. Tanti calciatori arrivano a scaglioni, ma dobbiamo farci trovare pronti perché domenica sarà una battaglia. Spalletti? Il mister ci tiene tutti sulla corda, è un grande allenatore e noi lo seguiamo sempre con grande attenzione. Il gruppo? Siamo molto uniti. Non sono mai stato in un gruppo del genere, ognuno dà una mano all’altro, ci vogliamo un gran bene. Non è importante chi segna, pensiamo solo al bene del Napoli, non a quello personale. Mi trovo benissimo con tutti, quando riesco a fare goal vengo sommerso dall’affetto dei miei compagni. Non ci sono titolari e riserve: c’è spazio per tutti. Ci aspettano delle settimane di fuoco, ci saranno tante battaglie da affrontare sia in Italia che in Europa. Dobbiamo guardare una gara alla volta, poi capiremo dove potremo arrivare. L’Inter? Sarà una gara speciale per me. Conosco i tifosi nerazzurri, so quale apporto possono dare ai giocatori. L’Inter resta una squadra forte, la favorita per lo scudetto. Noi e il Milan ci siamo, ma non dimentichiamo Roma e Atalanta. Scudetto? Pensiamo prima a fare bene in queste partite che ci attendono, poi faremo certi discorsi. Con Lorenzo Insigne ho un bellissimo rapporto, è uno che scherza sempre, ma sa anche arrabbiarsi e farsi sentire. Lui e Koulibaly sono due leader che ascoltiamo sempre con attenzione”.

Commenti