Gianpaolo Calvarese: “Magari gli arbitri potessero parlare e spiegare le proprie ragioni”

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Gianpaolo Calvarese, ex arbitro

“C’è uno svecchiamento degli arbitri in atto: Rocchi sta facendo un grande lavoro e lo stimo molto. Sono andati via arbitri esperti come Rizzoli, Tagliavento ed è difficile mandare via personalità importanti ogni anno e poi sostituirli con giovani. Rocchi sta provando ad immettere ragazzi promettenti e vedo che le società accettano questa situazione. Instaurare un colloquio con le società credo sia la strada giusta. Seguo con grande interesse ciò che accade e credo che Rocchi abbia voluto fortemente la trasparenza. Anche perché far capire come funziona la macchina è un segnale importante, di grande rinnovamento. Spero si possa arrivare ad un punto in cui anche gli arbitri possano parlare e far sentire le proprie ragioni. 

Quella gara da me arbitrata Juve-Inter con il rigore di Cuadrado? Poteva essere gestita meglio. Negli ultimi 3 anni avevo giocato tutte le gare possibili, ma non tutte le ciambelle escono col buco. Gli arbitri in campo possono sbagliare. Venivo da un percorso fatto bene, ma non è sempre facile gestire al meglio tutte le gare. 

Questo campionato è avvincente, equilibrato. Stimo Spalletti come uomo e come allenatore e non nego che anche il Milan sta facendo bene con la rosa che ha. E poi c’è l’Inter che ha un organico importante e l’Atalanta che ha un gioco di squadra importante. Non so se altre squadre potranno inserirsi in questa lotta davvero divertente”. 

Commenti