ANTEPRIMA PARTITA NAPOLI vs FIORENTINA – Gli azzurri alla ricerca di un sogno

Gli uomini di Luciano Spalletti, dopodomani pomeriggio, tra le mura amiche del Maradona, ospiteranno la Fiorentina per la 32ª giornata di massima serie. Il Napoli, ormai sente il profumo dello  scudetto e ha tutte le intenzioni  di continuare questa corsa al tricolore con  le rivali Milan e Inter, confidando in un’altra vittoria che confermi quanto di buono visto in quel di Bergamo contro l’Atalanta. Del resto, il pari inatteso dei rossoneri ha ulteriormente dato nuove speranze a squadra, allenatore e soprattutto ai tifosi, euforici più che mai, che domenica riempiranno l‘intera capienza dell’impianto di Fuorigrotta per sostenere la squadra. Adesso il calendario propone due partite di fila in casa ed è un’occasione unica per dettare legge all’ex San Paolo, come accadeva nei tempi d’oro. Occorrono assolutamente sei punti tra Fiorentina e Roma, sperando di poter agganciare, o addirittura superare il team di Pioli. Contro i viola, naturalmente non ci saranno i vari Di Lorenzo, Petagna, Ounas e Malcuit, infortunati, oltre ad Anguissa squalificato, però torneranno il centrale Rrahmani e l’attaccante Osimhen. In casa giglita, il tecnico Italiano, che ha svolto un ottimo lavoro, finora, trasformando la Fiorentina in una squadra da zona europea, visti i 20 punti in più rispetto alla scorsa stagione, ha caricato i suoi in vista di questa difficile trasferta napoletana ma a Napoli non ci sarà l’ex Samp Torreira, faro del centrocampo, appiedato dal giudice sportivo. In avanti, possibile tridente formato da Sottil, Cabral e Piatek. Veniamo, ora ai possibili schieramenti del Maradona :

 Napoli (4-3-3): Ospina; Zanoli, Koulibaly, Rrahmani, Mario Rui; Fabian Ruiz, Lobotka, Zielinski; Politano, Osimhen, Insigne.

Fiorentina (4-3-2-1): Terracciano; Venuti, Milenkovic, Igor, Biraghi; Castrovilli, Amrabat, Maleh; Cabral; Platek; Sottil.

Come di consueto, passiamo ai numeri di questa sfida: Azzurri e viola si sono incrociati, complessivamente tra A, B e Coppa Italia, in 167 occasioni;  il bilancio vede in vantaggio i partenopei con 60 successi contro 58. mentre i pareggi sono 49. Se invece vogliamo considerare i soli incontri giocati  all’ombra del Vesuvio, contiamo  71 sfide  in Serie A, con i padroni d casa vittoriosi in 33 partite contro le 17 degli ospiti, 21, infine, i risultati nulli. Per la cronaca, lo scorso anno, l’allora formazione di Gattuso si impose contro la Fiorentina, a Fuorigrotta, con un punteggio tennistico, ovvero per 6 a 0, ma ultimamente, a gennaio, i viola si sono vendicati, vincendo al Maradona per 2 a 5. eliminando gli azzurri dalla competizione. Fatta eccezione per la sconfitta casalinga con i rossoneri, il Napoli ha vinto le ultime 4 partite contro Lazio, Verona e Atalanta in trasferta, non proprio le ultime della classe e contro l’Udinese in casa. In virtù di ciò, registriamo 12 punti in 5 partite, alla vigilia di un calendario che vedrà gli azzurri impegnati, dopo la partita con la Fiorentina, contro Roma, Empoli, Sassuolo, Torino, Genoa e Spezia all’ultima giornata.

Commenti