Napoli – La delusione dei tifosi azzurri non si spegne, striscione di dissenso degli ultrà fuori lo stadio

Non è stata ancora smaltita, da parte dei tifosi ultrà della Curva B, la delusione e l’amarezza per l’ultimo risultato negativo degli azzurri, in quel di Empoli, che è costato alla squadra di Spalletti la possibilità concreta di poter aspirare al titolo di campione d’Italia. Con Fiorentina e Roma in casa e con l’Empoli, al Castellani, il Napoli ha conseguito appena un punto, gettando al vento tutto quello che di buono aveva costruito ad inizio stagione. Una seconda parte di campionato da media da centroclassifica. Dopo il successo a Bergamo, sull’Atalanta la tifoseria partenopea aveva sognato ad occhi aperti, credendo nello scudetto, invece ecco l’imponderabile ed i sogni sono tornati nel cassetto. Offeso e rammaricato, quindi il popolo della Curva B, ieri, ha esposto, fuori i cancelli  dello stadio Maradona uno striscione di dissenso contro i giocatori, che recitava quanto segue:

“Chi si arrende vale meno di niente.. Solo gli ultras hanno mentalità vincente”

Ecco il messaggio, piuttosto pesante, rivolto contro la compagine azzurra rea di non aver dato l’anima per raggiungere un traguardo sicuramente alla portata, vista la mediocrità di questo torneo, livellato in basso, rispetto agli anni scorsi. Ovviamente un’occasione del genere non capiterà più. Questo pomeriggio, intanto, l’undici del tecnico toscano affronterà il Sassuolo, tra le mura amiche, per il primo anticipo del 35esimo turno di serie A. Un match da vincere a tutti i costi, per conseguire, aritmeticamente la qualificazione alla zona Champions e per spegnere tutte le polemiche scaturite all’indomani della partita vergognosa di una settimana fa.

Commenti