Benevento inesistente, non basta un super Paleari: il Monza ne fa tre

Ultime due giornate di campionato prima di avere i verdetti che riguardano la promozione diretta e la griglia playoff. Il Benevento, con alcune importanti assenze, affronta il Monza di Stroppa. Un big match che potrebbe, in caso di vittoria e con qualche combinazione di risultati,  regalare qualche speranza di accesso diretto in massima serie. Non sarà impresa facile, ma il calcio riserva sorprese inaspettate. Si gioca all’ U-Power Stadium di Monza, gara valida per la 37^ giornata del campionato di serie B.

Nei padroni di casa Mota Carvalho affianca Gytkjaer in attacco. Linea difensiva a tre con Sampirisi, Caldirola, Carlos Augusto. A presidiare le corsie esterne di centrocampo Molina e Pedro Pereira, mentre Ciurria, Mazzitelli, Machin agiranno centralmente. A difendere la porta dei padroni di casa Di Gregorio.

Per creare problemi alla difesa avversaria, Caserta si affida al tridente composto da Farias, Insigne e Moncini. Al posto dello squalificato Barba, Pastina farà coppia con Vogliacco al centro della difesa. Improta e Letizia completeranno il pacchetto arretrato. Mediana formata da Acampora, Viviani e Ionita. Tra i pali Paleari.

Arbitra il signor Marco Di Bello della sezione di Brindisi

La gara

Parte forte il Monza che vede prontissimo Paleari che, nel giro di un minuto, dice di no a Gytkjaer due volte. Al 5’ è ancora pericoloso il Monza con Mota Carvalho, bravo a colpire di testa un cross di Pereira ma il pallone sfiora il palo. Altro pericolo per il Benevento all’11’: grande risposta di Paleari su un tiro di sinistro di Ciurria. Prova a uscire fuori il Benevento e in una rapida ripartenza si rende pericoloso al 21’, ma la conclusione di Insigne non è abbastanza forte e Di Gregorio può parare senza problemi. Strega che prova un po’ a riorganizzare le proprie idee dopo il veemente avvio dei padroni di casa. Sempre Paleari sugli scudi: al 32’ vola su un tiro velenoso di Mazzitelli. Dominio del Monza in questa prima frazione e il Benevento deve ringraziare uno strepitoso Paleari se è ancora sullo 0-0.

Vantaggio del Monza al 48’: erroraccio di Letizia che passa il pallone al proprio portiere che diventa preda di Dany Mota il quale mette in rete a porta vuota. Rigore per il Monza al 51’: cross di Molina e Improta colpisce il pallone con il braccio. Dal dischetto trasforma Gytkjaer. Padroni di casa che raccolgono quanto seminato nel primo tempo. Strega che stenta ad accennare anche un minimo di reazione. Provvidenziale Paleari che nega il gol a D’Alessandro (subentrato a Machin) intervenendo di piede al 73’. All’88’ arriva anche il terzo gol del Monza con Dany Mota: sugli sviluppi di un calcio di punizione, il calciatore del Monza sbuca alle spalle di Gyamfi e trafigge Paleari. Gara senza storie e vittoria merita per gli uomini di Stroppa.

Commenti
avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.