Gli interventi di Carlo Laudisa, Vittorio Tosto e Franco Di Stasio a Radio Marte

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Carlo Laudisa, giornalista

“Avendo De Laurentiis scelto di abbassare il monte ingaggi sono momenti dolorosi. Ma il Napoli non è l’unico club che adotta questa politica. Dybala un anno fa non si accontentava di 10 milioni alla Juventus. Adesso l’Inter non gli offre più di 6 milioni più bonus. Bisogna vedere i calciatori che offerte hanno all’orizzonte. È un braccio di ferro che porterà a perdite dolorose, ma che serve a rimodulare le regole del gioco. Il Napoli sta scegliendo una strada che comporta delle incognite, ha già perso Insigne. Deulofeu? La differenza tra Napoli e Udinese dovrebbe essere di 5 milioni circa. I friulani chiedono 20 milioni e credo che il Napoli sia arrivato ad offrirne 14”.

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Vittorio Tosto, agente

“Kvaratskhelia? Bisogna mettere una piccola percentuale di dubbio sul suo rendimento, perché il campionato italiano rimane uno dei primi in Europa a livello caratteriale. In Italia soprattutto nei primi mesi, si fa fatica. Non è considerato un fenomeno su cui si va sul sicuro al 100%, una piccola percentuale di adattamento gli va data. Il Napoli del futuro è il Napoli del presente. Non andiamo troppo lontano. Io credo che quest’anno il Napoli abbia perso lo scudetto. È stato vinto dal Milan perché il Napoli ha perso un’occasione. I rossoneri hanno vinto lo scudetto per demeriti del Napoli e dell’Inter.

Il Napoli del prossimo anno deve lottare per lo scudetto. Ha nell’organico dei giocatori che possono ambire a prendersi lo scudetto. Ci sono andati vicino con Sarri e pure quest’anno. Bernardeschi? Premesso che io sono un estimatore di Berardi, c’è da dire che lui, Politano e Bernardeschi si somigliano nelle caratteristiche. Tra questi metto in cima Berardi, poi bisogna valutare degli aspetti. Politano è già un giocatore del Napoli, ma bisogna sedersi a tavolino e limare i dubbi per cominciare la stagione nella maniera giusta. Il Napoli sta creando delle alternative, Bernardeschi potrebbe essere appetito se Politano dovesse partire. E perché no, si parla di Berardi che è un ragazzo del sud. Se dovesse andare via Politano vedo alla grande Berardi.

Scambio Mario Rui-Luis Alberto? Sono due giocatori protagonisti nelle proprie società e nelle proprie squadre. Non dimentichiamo che Mario Rui è un titolarissimo e ha garantito delle prestazioni. Ha dato delle garanzie portando punti. La stessa cosa Luis Alberto. Sono completamente diversi come giocatori. Chi ci guadagna in questo scambio? Non lo so, ma garantiscono una certa presenza all’interno dell’organico”.

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Franco Di Stasio, odontoiatra

“Credo bisogni recuperare il senso dello sport. Ultimamente si parla più di calciatori azienda che del senso del gioco. Mi piace lo sport e faccio la medicina nello sport. Lo sport è educativo e per educare i ragazzi bisogna educarli al divertimento. Fino ad una certa età si deve evitare la competizione perché è stressante. Ci sono ragazzi come Zerbin che esordiscono in Nazionale. Gli attacchi al procuratore sono strumentali, perché il procuratore è uno che fa crescere i ragazzi. Quando Mancini ha detto a Zerbin “vai e divertiti” sono stato felice perché è l’essenza dello sport. Un calciatore di grande prospettiva come può essere Zerbin deve crescere all’ombra dei grandi calciatori nelle squadre che tendono al successo. Quando in Italia non si ha il coraggio di far esordire i giovani li si manda in Serie B dove il calcio è diverso. Bisogna avere la forza di fare la politica dei giovani. La strada imboccata dal Napoli potrebbe essere interessante per il bene della squadra. Il Milan ha rischiato e vinto lo scudetto. Basta con questa storia che i ragazzi debbano farsi le ossa nei campionati minori perché lì se le rompono”.

Commenti