Conferenza stampa Benevento-Cosenza, Caserta: “Mi aspetto la vittoria”

Alla vigilia di Benevento – Cosenza, gara valevole per la prima giornata di campionato, il tecnico Caserta ha risposto alle domande dei media:

“La squadra sta piano piano trovando la condizione migliore. Domani sarà una gara difficilissima. Cercheremo di limitare le cose negative che abbiamo commesso contro il Genoa.

Con il Cosenza gioca Barba. Le scelte di mercato non condizionano più di tanto perchè i ragazzi si sono sempre allenati al massimo. Il mercato fa parte di scelte che farà la società. 

So cosa mi può dare Insigne, ma è  ancora dietro rispetto agli altri  per alcuni problemi fisici.

Karic somiglia più a Ionita  come caratteristiche ma dobbiamo dargli tempo. La politica della società è stata chiara. Abbiamo scelto di fare una squadra più giovane. Dobbiamo dare il tempo ai ragazzi di lavorare. La società vedrà se e come intervenire sul mercato per la questione degli over.

A Genova l’ errore più grande l’ abbiamo commesso nel possesso palla. Abbiamo sbagliato passaggi anche facili. Loro hanno una rosa costruita per vincere il campionato.

Contro il Cosenza qualcosa cambierò ma sono valutazioni che farò domani. Mi aspetto una squadra con voglia di lottare e che abbia un buon approccio alla gara. È importante partire bene e portare a casa i tre punti.

Ci manca uno con le caratteristiche di Viviani. Le mezzali ci sono ma sono considerazioni che farà la società se prendere un suo vice.

Il Cosenza è bravo in fase di non possesso, sa venire a pressarti. Noi dovremo essere bravi a trovare gli spazi giusti e non forzare la giocata per non rischiare le ripartenze. Dobbiamo portare palloni puliti agli attaccanti perchè sulla trequarti abbiamo elementi bravi tecnicamente. 

Abbiamo lavorato per limitare non solo Brignola e Larrivey. Dobbiamo fare le cose che sappiamo.

Improta ancora non è al massimo. Così come gli altri, sta un po’ risentendo la preparazione.

Se gioco con due attaccanti preferisco adottare gente di gamba. Dipende anche dagli avversari. Preferisco sempre un calciatore di qualità e uno che attacchi la profondità per non avere una squadra piatta e prevedibile”.

Commenti
avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.