EDITORIALE – Debutto stagionale favoloso degli azzurri, in Champions, contro il Liverpool

Editoriale post Champions League. I tifosi azzurri non potevano sperare di meglio, il Napoli, ieri sera, al Maradona ha letteralmente entusiasmato la platea dei 50mila e passa spettatori, regalando loro calcio spettacolo, gol ed emozioni a non finire. Il Liverpool è stato nettamente stracciato dagli uomini di Spalletti che si sono imposti con un punteggio rotondissimo di 4 a 1. Un risultato, in verità, che va anche stretto ai partenopei, che hanno pure colpito un palo, sbagliato un rigore e mangiato altre occasione da rete. Per i britannici un’autentica disfatta su di un campo maledetto in cui non sono mai riusciti a portar via punti, per la cronaca si tratta della terza sconfitta di fila a Fuorigrotta, per l’allenatore Klopp, addirittura la quarta se teniamo conto anche della gara col Borussia Dortmund di qualche anno fa, Migliore in campo in assoluto il camerunense  Frank Anguissa, autore peraltro della seconda rete e di una prestazione da incorniciare. Ma nella notte magica di Coppa un plauso va a tutta la squadra che ha saputo interpretare nel modo giusto la partita, affondando fin dal primo minuto i colpi verso i più blasonati avversari. Un avvio strepitoso con un palo ed un rigore realizzato magnificamente da uno Zielinsky ritrovato. Ancora una volta il georgiano dal nome impronunciabile  ha confermato il suo talento con delle giocate da campione. Esordio fenomenale di Giovanni Simeone che, appena entrato ha realizzato il gol del momentaneo 3 a 0, provando un’emozione unica, lui che è argentino e molto legato a Maradona. Nella ripresa è arrivato il quarto gol ancora con il polacco  che ha ribattuto in rete dopo un mezzo miracolo del portiere brasiliano. Soltanto Luis Diaz si è salvato dal naufragio del  Liverpool, sua la rete della bandiera e qualche altra occasione, sventata da Meret che sta prendendo sempre più fiducia nei suoi mezzi. Che dire, il Napoli ha servito un poker agli inglesi che neanche il più ottimista dei sostenitori azzurri poteva immaginare. Grandissimi i meriti dei partenopei ma altrettanto i demeriti dei britannici,  irriconoscibili che hanno messo in evidenza il periodo poco brillante che stanno attraversando. I 50mila sugli spalti hanno cominciato a cantare già qualche minuto prima del 90esimo per poi festeggiare Il Real Napoli al triplice fischio dell’arbitro spagnolo. Ovviamente non è il momento per fare voli pindarici e sfociare in un’eccessiva euforia, sta di fatto tuttavia, che quest’anno questa squadra darà enormi soddisfazioni alla piazza napoletana. Con questo magnifico successo il Napoli affianca l’Ajax, vittorioso, per 3 a 0, a sua volta, contro il Galascow Rangers, al comando della classifica del girone A. Intanto martedì prossimo gli azzurri saranno di scena proprio in Scozia per la seconda giornata del raggruppamento. Ora occhio alla partita di sabato con lo Spezia che si dovrà affrontare con la stessa concentrazione e grinta di ieri, senza sottovalutare i liguri che, nella passata stagione, hanno dato dispiaceri a Spalletti e company.

Commenti