Simeone: “Il Napoli è qualcosa di magico”

Protagonista della prima parte di stagione del Napoli di Luciano Spalletti, Giovanni Simeone ha analizzato il momento personale e della squadra ai microfoni de “Il Mattino”. Non solo il percorso con gli azzurri, ma anche il rapporto con il padre Diego tra i temi dell’intervista: “Mi scrive messaggi ogni giorno. I suoi consigli e le sue telefonate sono per la vita di tutti i giorni, non suggerimenti tecnici”. Intervistato da “Il Mattino”, Giovanni Simeone ha parlato del suo avvio di stagione al Napoli, club in cui è arrivato in Estate. Proprio dall’arrivo in azzurro inizia il racconto dell’attaccante argentino, che spiega le sensazioni avute alla chiamata del Napoli. “C’è stato qualcosa di speciale, quasi magico, fin dal primo momento in cui mi hanno parlato di Napoli. Ho sentito dentro di me delle vibrazioni positive, una voglia matta di indossare questa maglia. Ho avuto altre tentazioni questa estate- spiega Simeone- ma quell’emozione che mi ha dato la parola Napoli non me l’ha data nessuno. C’è allegria a stare qui. Sono una persona sensibile, percepisco energie positive, vivo captando quello che è positivo attorno a me e riesco a separarlo da ciò che è negativo. E Napoli mi ha dato subito una scossa – prosegue ancora Giovanni Simeone – qui dovevo venire”. Nella seconda parte dell’intervista, Simeone parla di uno dei momenti più importanti fin qui per lui: il gol al Liverpool in Champions League, con l’esultanza in lacrime. “Esultanza in Champions? Non si pensa a nulla in quei momenti, vivi le sensazioni e non hai tempo per pensare. Mi sono lasciato andare, non c’è nulla di più meraviglioso”. Infine, sulle possibilità di vincere il campionato, Simeone avverte: “Scudetto? Ci sono tante squadre forti come il Napoli ma è la voglia che poi decide chi vince”.

Fonte: gianlucadimarzio.com

Commenti