NAPOLI – Kvaratskhelia, Kim, Raspadori, ovvero i gioielli di Luciano Spalletti

Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, alla stregua della famosa nobildonna dell’antica Roma, Cornelia dei Gracchi, presenta i suoi veri gioielli, vale a dire i vari Kvaratskhelia, Kim, e Raspadori, calciatori sulla cresta dell’onda che oggi hanno quadruplicato il loro valore iniziale. A mettere in evidenza questo dettaglio è stato l’esperto di mercato Alfredo Pedullà che ha fatto i complimenti a De Laurentiis e Giuntoli per aver saputo trovare sul mercato giocatori di assoluto livello non spendendo tantissimo. Per esempio il georgiano Kvaratskhelia.  acquistato a marzo per soli 10 milioni di euro, attualmente vale dai  40 ai 50 milioni, ma il prezzo, se il giovane continua così, può crescere ancora.  Poi c’è il sudcoreano Kim, chiamato a sostituire un gigante della difesa come Kalidou Koulibaly, che è giunto a Napoli per 20 milioni.  La clausola è di circa 50 milioni di euro, per l’estero, a partire dalla prossima estate 2023, ma l’ideale sarebbe eliminarla questa clausola, o portarla. almeno al 2025. Infine passiamo all‘ex Sassuolo protagonista, non solo in campionato ed in Champions ma anche in Nazionale, Raspadori, che costerà alla SSCN 35 milioni complessivi suddivisi nel tempo, il quale fa registrare già un aumento di quotazione di mercato. Insomma i tre moschettieri azzurri rappresentano il tesoro del club partenopeo. In definitiva il presidente del Napoli non può che essere felicissimo dei suoi nuovi investimenti.

Commenti