NEWS

De Giovanni: “L’ aspetto spaventoso è uno”

MAURIZIO DE GIOVANNI, scrittore ed autore del best seller “Buio per i bastardi di Pizzofalcone”, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi sul Calcio Napoli proposti da NapoliMagazine.com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.40 alle 16.00, con Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo in conduzione, per il consueto punto sugli azzurri. Ecco quanto ha affermato: “Il problema non è focalizzarsi sulla maglietta del tifoso napoletano o sulla pistola, ma sul clima di odio che c’è nei confronti dei tifosi azzurri. Bisogna chiedersi perché in ogni stadio di Italia, anche il più civile, i napoletani sono trattati tutti alla stessa stregua, ovvero, riempiendoci di insulti. Perché Ciro Esposito rischia la vita perché viene colpito da un colpo di pistola di un tifoso di una squadra che non c’entra nulla con la partita? Da dove viene questo odio? Da dove è partito? Quale strada ha percorso? Ciro Esposito è il corollario di tutto questo teorema, è il completamento di un percorso perverso. Così come non mi pongo il problema di cosa ha fatto Genny a’ carogna ma di cosa faceva lì, sulla rete della curva. Sabato sono saltate, anzi, sono state cancellate tutte le norme sulla sicurezza negli stadi che esistono e non vengono applicate. Io credo che questo episodio nasce da molto lontano, che ci sia una radice in tutto questo, non dico una regia, ma un’onda, una marea montante all’origine”.

 

Commenti
Segui il canale PianetAzzurro.it su WhatsApp, clicca qui
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!