MERCATO NAPOLI – Dalla conferma di Reina alla ‘pazza’ idea

Nell’universo mediatico del calciomercato si è soliti appassionarsi ai grandi acquisti, ai top players da acquistare, alle cifre esorbitanti da sborsare per assicurarsene le prestazioni. Una passione per quello che ancora non c’è in rosa e che invece si vorrebbe. Ma nelle operazioni di un direttore sportivo, di un manager-allenatore o di un presidente, c’è anche un altro mercato: quello di “mantenimento” dei propri prezzi pregiati, di cura del proprio tesoro familiare, base indispensabile per una squadra che ha obiettivi di crescita e successo. Operazioni non meno facili: si ragiona su prestiti, ingaggi, rinnovi e quant’altro. Ed è proprio questo il terreno sul quale si deciderà il futuro di uno dei pilastri del Napoli di Benitez, Pepe Reina. Il portiere spagnolo si è imposto sia dentro che fuori dal campo come leader della squadra e acquisire l’intero cartellino dal Liverpool è l’intento della ditta B&B: Benitez ha il forte desiderio di averlo ancora in rosa, Bigon sta lavorando per rendere ciò una realtà possibile.
Il nodo più difficile da sciogliere è l’ingaggio del giocatore. Reina percepisce uno stipendio pari a 4,5 milioni netti a stagione e nell’anno di prestito a Napoli il Liverpool ne ha pagato quasi la metà. Ed è fin troppo evidente che solo se il giocatore decidesse di ridursi l’ingaggio, il Napoli potrebbe pensare ad acquistarne l’intero cartellino. Ipotesi di certo non sgradita ai Reds: Rodgers da tempo ha chiarito di aver puntato sul belga Mignolet e non sarebbe contrario ad una ipotesi di cessione del portiere spagnolo al Napoli. Il Liverpool, dal canto suo, chiede una cifra non inferiore ai 7-8 milioni, ma tutto dipende dagli accordi che giocatore e società riusciranno a trovare. Neppure la concorrenza del Barcellona costituirebbe più un problema: l’interesse della società blaugrana pare scemato, avendo già deciso di puntare sul portiere del Borussia Mönchengladbach Marc-André ter Stegen.
Proprio da Barcellona arrivano le ultime su Javier Mascherano, il giocatore più chiacchierato fra quelli accostati al Napoli. El Jefecito ha intenzione di cambiare aria, ma pare che l’ambiente Napoli non sia visto di buon grado dall’argentino. Stando a quanto riportano fonti giornalistiche molto vicine all’ambiente blaugrana, Javier e famiglia gradirebbero un ambiente meno caotico e più tranquillo rispetto a quello partenopeo. L’ipotesi di un ritorno a Liverpool sembra per ora la più credibile.
Giocatori che vanno e giocatori che vengono. Ormai fatta per Koulibaly, in difesa il Napoli non si ferma e va avanti nell’intrecciare trattative di mercato molto interessanti. Tra i nomi caldi c’è sempre quello di N’Koulou, portentoso difensore del Marsiglia già cercato dal Napoli nel mercato di Gennaio. Sul camerunense non c’è solo il club di De Laurentiis, dato che il ragazzo piace molto anche ad Arsene Wenger.
Proprio dell’Arsenal, invece, a Rafa Benitez continua a interessare Vermaelen: il difensore belga sarà protagonista dei mondiali e mentre il Napoli vorrebbe chiudere l’operazione prima dell’inizio della competizione brasiliana, il giocatore preferirebbe prima giocarla e poi scegliere in quale squadra di club accasarsi.
In queste ultime ore, però, l’interesse del Napoli sembra essersi concentrato interamente sul vice-Higuain. Bigon e De Laurentiis vogliono finalmente dare a Benitez un centravanti capace di sostituire l’asso argentino. Nelle ultime ore è spuntato il nome di Giampaolo Pazzini. Il Pazzo con Seedorf il campo l’ha visto molto poco e non è escluso che con un avvicendamento del tecnico olandese, l’ex Inter voglia riconquistarsi il posto nella squadra di Milano. Non solo Milan, anche Verona: idea last-minute è quella che porta a Iturbe. Il giocatore scenderà in campo domenica nella sfida contro gli azzurri e chissà se sarà l’occasione per abbozzare un accordo che lo porti in estate a indossare la maglia azzurra.

Angelo Gallo

Commenti

Questo articolo è stato letto 681 volte