Contro il Barça prove di Champions. Quanti assenti per Luis Enrique

Il miglior Napoli, o quasi, contro un Barcellona con tantissime assenze di rilievo. Il test di Ginevra servirà più a Benitez che a Luis Enrique. Il tecnico azzurro potrà vedere all’opera gran parte dei reduci dal Mondiale, ma ha lasciato a casa Henrique e Fernandez (arrivato a Castelvolturno solo ieri) per farli lavorare in vista del preliminare Champions. Anche Higuain stamattina si allenerà in sede, poi però partirà per Ginevra per giocare uno spicchio di gara. Non ci sarà neppure l’occasione per Neymar di chiarirsi con Zuniga dopo il fallo al Mondiale e il lungo stop per il brasiliano. A proposito, Neymar si è rivisto ieri a Barcellona ed è stato visitato dallo staff blaugrana. Si sta riprendendo dall’infortunio alla schiena (frattura di una vertebra), ma non sarà della partita. La lunga lista di assenze del Barcellona comprende anche Messi, Mascherano e Dani Alves (appena sbarcati in Spagna) oltre agli acciaccati Xavi e Mathieu, allo squalificato Suarez, e a Song, che ha problemi familiari. Ci saranno, invece, i nazionali spagnoli, in Brasile eliminati nel girone . Su tutti Pedro, Piqué e Iniesta: «Stiamo lavorando sodo – ha detto quest’ultimo – e la sfida con il Napoli è di assoluto prestigio. Abbiamo grande rispetto degli azzurri». Però, il Barcellona vorrà vincere anche per non deludere i circa 20.000 tifosi blaugrana annunciati a Ginevra (attesi pure 10.000 napoletani).

La Gazzetta dello Sport

Commenti