Udinese-Napoli: fuori Jorginho, ad affiancare Inler ci sarà Gargano

Jorginho ancora a ritmo ridotto per un affaticamento muscolare, Gargano di corsa verso Udine. L’italo-brasiliano è tra quelli in maggiore difficoltà, l’uruguaiano tra i più brillanti. E domani le gerarchie di campo dovrebbero essere rispettate. Gioca chi sta meglio e in questo momento sta meglio Gargano. Una scelta non solo legata alla condizione di forma ma anche alle caratteristiche dei due centrocampisti. Jorginho soffre nel centrocampo a due di Benitez, corre a vuoto e recupera pochi palloni. Gargano invece è un vero proprio ruba palloni, il play maker migliore davanti alla difesa, in attesa che David Lopez arrivi al top della forma. Storie di calcio e di mercato: Jorginho è stato l’investimento azzurro a centrocampo, il Napoli lo comprò a gennaio scorso bruciando la concorrenza di altri club. Ma l’italo brasiliano vive una pericolosa involuzione già dimostrata nella doppia sfida del preliminare di Champions League contro l’Athletic Bilbao. Gargano invece sembrava un sicuro partente, dopo essere rientrato per fine prestito dal Parma, ed è stato riaccolto con i fischi dai tifosi del San Paolo legati al suo trasferimento all’Inter. L’uruguaiano ha scelto di rimanere a Napoli, nonostante due richieste, una dalla Spagna e un’altra dall’Inghilterra, come rivelato da Benitez. E finora è stato sempre impiegato da Rafa nelle partite di coppe europee risultando tra i migliori. De Guzman torna tra i convocati a Udine, l’olandese finito in tribuna contro lo Sparta Praga. Benitez non lo ha inserito tra i diciotto in Europa League per scelta legata  a una condizione atletica non ancora ottimale. Difficile,quindi ipotizzare un suo impiego dall’inizio: l’ex centrocampista dello Swansea andrà in panchina e potrà eventualmente tornare utile nel finale, come è già capitato a Genova nella prima trasferta di campionato. E poi le sue caratteristiche sono più da trequartista o da esterno destro, ruoli ricoperti da due big come Hamsik e Callejon. Oggi la rifinitura, niente conferenza stampa per Benitez e poi la partenza per Udine. Le ultime scelte di Rafa per il centrocampo. La coppia Inler-Gargano è quella al momento più affidabile e in netto vantaggio, anche perché Jorginho ha svolto allenamento a parte per un leggero affaticamento muscolare. Ma con Rafa mai dire mai, le sorprese sono sempre dietro l’angolo. L’ultima in ordine di tempo l’impiego di Higuain che si era allenato a ritmo ridotto per un leggero problema a un piede: Gonzalo contro lo Sparta Praga ha giocato ed è stato decisivo.

Il Mattino
Commenti