Gli obiettivi di Higuain: «Di gol ne ho fatti 26, ora voglio una moglie»

Il problema di Gonzalo Higuain? Non è il gol che non arriva in campionato (Bardi lo ha ipnotizzato dal dischetto col Chievo). «Ma il fatto che ancora non ho trovato la donna della mia vita. Sono single». Ai tifosi del Napoli interessa più che la butti dentro: «Ma io ho fatto 26 gol in 50 partite (sono 53) e in questa stagione, due in Europa li ho fatti». L’umore non è dei migliori, di crisi del Napoli è rigorosamente vietato parlare, il Pipita si diverte come testimonial di Fifa 15, lanciato ieri. Posa nel gioco più venduto al mondo accanto a Messi. In Premier il testimonial è Hazard, in Sudamerica Vidal.
Donna Tornando alla donna della vita, Higuain fa l’identikit: «Non deve dirmi sempre sì, deve essere una che lavora e non importa che lavoro fa, non amo una che sta in casa tutto il giorno. Deve essere amica, fidanzata, mamma. E se sa cucinare non è male…». Peccato parli poco di calcio se non per ricordare gl idoli di quando era bambino («Crespo e Francescoli») e per estasiarsi quando parla di Messi: «Fantastico giocare con lui». Si chiude quando gli si parla di una eventuale convivenza in Nazionale con Carlos Tevez: «Deciderà l’allenatore». Ma fissa gli obiettivi per il futuro: scudetto? «Il mio obiettivo è continuare a migliorarmi e dico ai bambini che la passione è tutto. Io non avevo le cose e i giochi che hanno loro oggi, stavo in strada col pallone». È felice a Napoli e lo ripete: «Ci sto bene, amo la pizza. La città è diversa da Madrid, mi fermano di più, ma faccio poca vita mondana. Quando le cose vanno bene l’entusiasmo è a quota 15 (in riferimento al gioco, Fifa 15 appunto), ma quando vanno male…»

La Gazzetta dello Sport

Commenti

Questo articolo è stato letto 700 volte