Marco Giordano: “Poco cervello e troppo cuore: il Napoli di ieri non mi ha convinto”

In apertura della puntata odierna di Club Napoli All News, in onda quotidianamente su Teleclubitalia, interviene telefonicamente Marco Giordano, giornalista di Radio Crc: “Il Napoli di ieri sera non mi ha convinto: è stato un Napoli di cuore e non di cervello. Se si gioca col cervello non è l’applicazione pedissequa degli schemi d’allenamento: Benitez, a prescindere dalle caratteristiche dell’avversario, prova la finalizzazione di squadra per il vantaggio. E’ facilmente riscontrabile questa qualità di gioco, la quale viene applicata metodologicamente dalla squadra di Benitez che gli ha fruttato 11 trofei. Fatto sta che attorno a certi schemi c’è poco equilibrio, che non ritrova in questo Napoli. Allora la domanda di base resta sempre la stessa: se non ci sono gli interpreti giusti, perché continuare ad utilizzare questo schema? E’ vero che crea tanto gioco offensivo, ma in difesa si commettono certe sciocchezze incredibili: oggi, se Massa avesse assegnato il rigore su Quagliarella causa fallaccio dilettante di Albiol, oggi staremo parlando di un’altra partita. Fatto sta che le occasioni offensive non si concretizzano perché gli attaccanti arrivano stanchi sotto porta.

Gli attaccanti vivono del gol, ma Higuain vive anche di manovra, partecipa tanto alle funzionalità della squadra: è uno di quelli che ha fornito tanti passaggi chiave per arrivare alla rete. Non sono d’accordo che sta vivendo un periodo di crisi: in questo momento, deve ancora trovare maggiore affiatamento con alcuni suoi compagni di reparto come Marek Hamsik. Resta di fatto che si sta parlando di uno dei migliori attaccanti d’Europa. Discorso più o meno simile per Michu: uno che in Inghilterra ha segnato tanti gol di sicuro non è diventato un pacco“.

Fonte: Club Napoli All News

Commenti

Questo articolo è stato letto 976 volte