Gianluca Atzori: “Nessun contatto con il Palermo. Vedrei bene Hamsik come falso nove”

Marek Hamsik, per esprimersi al meglio, deve sentirsi al centro del progetto tecnico“. Queste le parole del tecnico Gianluca Atzori in merito al talento slovacco del Napoli, che in questo momento sta attraversando un periodo negativo. Oltre che di Marek Hamsik, il tecnico ex Reggina, intervistato da Napolisoccer.NET, ha parlato del suo futuro e delle possibilità di crescita del difensore Kalidou Koulibaly, nonostante in questa fase della stagione abbia al suo fianco un giocatore esperto ma in fase calante come Raul Albiol. Di seguito l’intervista completa.

Salve mister, ringraziandola per la disponibilità le porgo la prima domanda: Koulibaly può migliorarsi giocando con un giocatore esperto ma in fase calante come Albiol in quest’ultimo periodo?
“Koulibaly è un diamante grezzo e al suo fianco ha bisogno di un giocatore esperto dal quale imparare osservandone le movenze in campo. Quando un giocatore è in difficoltà difficilmente può aiutare il proprio compagno di reparto. Per questo motivo dico che, attualmente, non ritengo Albiol in grado di aiutare Koulibaly a crescere”.

Meglio la marcatura a zona o a uomo sui calci piazzati?
“I difensori in una squadra di calcio al massimo sono cinque e durante una partita non possono marcare attaccanti, centrocampisti ed anche i difensori avversari. Sul gol di Hernanes ti dico che, a mio avviso, la colpa non è dei difensori bensì di qualche centrocampista che precedentemente si sarà perso la marcatura sul brasiliano. Ciascun allenatore conosce bene i propri giocatori, io sono per la marcatura ad uomo ma se Benitez ritiene di marcare a zona avrà i suoi buoni motivi”.

Nella Slovacchia Marek Hamsik è stato provato come falso nove, come lo vede in quel ruolo?
“Non mi dispiacerebbe vedere Hamsik come falso nove, anche se vorrei capire i motivi per cui lo slovacco è fuori forma. A mio avviso il ragazzo sta un po’ sentendo di essere fuori dal progetto, dal gioco e dagli schemi di Benitez. Gli altri anni tanti palloni passavano da lui, mentre quest’anno lo vedo avulso dalla manovra e, ritengo che non venga utilizzato nel modo migliore dal tecnico. Non mi sembra al centro del progetto tecnico ed Hamsik è un giocatore che per rendere deve essere il fulcro del gioco: tenere palla ed essere cercato in continuazione dai compagni”.

Mister, ultima domanda: ha avuto qualche contatto con il Palermo?
“Con il Palermo non c’è nulla, ho visto solo due partita dei rosanero e ogni volta che le vado a vedere tutti pensano che sia li per un motivo specifico. Quando un allenatore è disoccupato va in giro per informarsi ma onestamente non capisco perché queste voci escono fuori solo quando vado a vedere il Palermo. In questa stagione ho visto quattro volte il Verona e sette volte il Perugia, ma a queste due squadre nessuno mi ha mai accostato”.

Fonte: NapoliSoccer.NET

Commenti