Juventus-Sampdoria 1-1: Gabbiadini ferma i bianconeri

TORINO – Si ferma a 25 la serie di vittorie consecutive casalinghe della Juventus. E’ la Sampdoria di Sinisa Mihajlovic a bloccare i bianconeri sull’1-1, terzo pareggio di fila per la squadra piemontese dopo quelli di Firenze e di Champions contro l’Atletico. Primo tempo di marca juventina e vantaggio di Evra. I blucerchiati si svegliano nella ripresa e pareggiano col nuovo entrato Gabbiadini. La Juve rischia anche il tracollo ma viene salvata da Buffon nel finale.

JUVE INDEMONIATA – Allegri lascia Pirlo in panchina e schiera Marchisio in regia con Vidal e Pogba al suo fianco. 4-3-1-2 per il tecnico toscano che piazza Pereyra dietro le due punte, Tevez e Morata, preferito a Llorente. In difesa Ogbonna sostituisce lo squalificato Chiellini. Mihajlovic si schiera a specchio e rimpiazza lo squalificato De Silvestri con Cacciatore in difesa, mentre Okaka vince il ballottaggio in attacco con Gabbiadini. Dietro le punte c’è Krsticic mentre Soriano siede in panchina. La Juve inizia la gara a un ritmo elevatissimo e chiude gli ospiti nella loro metà campo. Tevez impegna Romero dopo una manciata di minuti mentre Morata di testa non trova la porta. All’11’ lo spagnolo ci riprova: gran destro potente in area e Romero ci mette i pugni. Passa un minuto e la Juve va in vantaggio: calcio d’angolo, Regini si perde Evra che di testa segna il suo primo gol bianconero.

LA SAMP ESCE NEL FINALE DI TEMPO – La Sampdoria fa tanto pressing ma sterile perché la Juventus tiene palla e fa correre i blucerchiati a vuoto. Al 21’ Marchisio, da fermo, calcia dal limite e Romero vola agli incroci per salvare i suoi. Anche Pogba ha la sua occasione: lancio di circa 70 metri di Bonucci, in area il francese controlla di petto e sulla pressione di Cacciatore tenta la girata in rete ma la sfera termina alta. I liguri tengono e nel finale del primo tempo mettono finalmente la testa fuori. Merito soprattutto di Okaka che tiene palla e conquista un paio di corner. Su uno di questi, schema blucerchiato con palla al limite per Cacciatore che conclude. Flipper in area di rigore e colpo di testa finale, debole, di Obiang che Buffon controlla.

COLPISCE GABBIADINI – La mossa decisiva del match la fa Mihajlovic che a inizio ripresa presenta in campo Gabbiadini al posto di Krsticic. La Juventus al 6′ va vicina al raddoppio con Pereyra ma Romero respinge. L’azione riparte con Regini sulla sinistra, palla al limite dell’area a Eder che assiste Gabbiadini: stop e sinistro a giro sul secondo palo che non lascia scampo a Buffon. L’1-1 smorza l’entusiasmo bianconero; la squadra di Allegri non riesce più a rendersi davvero pericolosa e Vidal sbaglia tanto, troppo. Il tecnico bianconero fa entrare Llorente per Morata, e poi Coman per Pereyra. Mihajlovic invece saggiamente leva dal campo l’ammonito Okaka per mettere Bergessio.

SALVA BUFFON – Al minuto 40 la Sampdoria va a un passo dal colpaccio. Merito ancora di Gabbiadini che conclude forte col sinistro da fuori trovando una deviazione di Ogbonna. Ma Buffon vola e salva i suoi e il risultato. La giornataccia di Vidal potrebbe concludersi con un cartellino rosso se Doveri punisse un intervento falloso a forbice del cileno su Duncan. L’arbitro invece concede vantaggio alla Samp e poi non prende provvedimenti a gioco fermo. Tre minuti di recupero e i liguri possono festeggiare la loro piccola impresa.

Juventus-Sampdoria 1-1 (1-0).
Juventus (4-3-1-2): Buffon 7; Lichtsteiner 6, Bonucci 6, Ogbonna 5,5, Evra 6,5; Vidal 4,5, Marchisio 6,5, Pogba 6,5; Pereyra 6,5 (33’st Coman sv); Tevez 5,5 (44’st Giovinco sv), Morata 5,5 (26’st Llorente 5) In panchina: Rubinho, Audero, Padoin, Mattiello, Pirlo, Pepe. Allenatore: Allegri 6.
Sampdoria (4-3-1-2): Romero 7; Cacciatore 6, Gastaldello 7, Romagnoli 6,5, Regini 5,5; Obiang 6,5 (38’st Duncan sv), Palombo 6, Rizzo 6; Krsticic 5 (1’st Gabbiadini 7); Okaka 6 (28’st Bergessio 5,5), Eder 6. In panchina: Da Costa, Mesbah, Fedato, Soriano, Djordjevic, Fornasier, Marchionni. Allenatore: Mihajlovic 6,5.
Arbitro: Doveri di Roma.
Reti: 12’pt Evra; 6’st Gabbiadini.
Ammoniti: Regini, Vidal, Romagnoli, Gabbiadini, Bonucci, Okaka, Romero.
Angoli: 9-4 per la Juventus.
Recupero: 0′; 3′.

Fonte: Repubblica

Commenti