Quattro reti in cinque partite contro la Juve, Gabbiadini scalpita per la partita di domenica

BenitezKoulibalyAllenamentoVentiquattro ore di riposo prima della full immersion. Il Napoli torna in campo questa mattina per preparare la sfida di domenica sera con la Juventus. Tre sedute di allenamento per mettere a punto ogni singolo dettaglio, con un canovaccio da seguire, la vittoria dello scorso marzo per 2-0, in virtù delle reti di Callejon e Mertens. Gli azzurri sono in splendide condizioni psicofisiche e Benitez, al netto delle assenze di Zuniga, Insigne, Ghoulam e Michu, ha l’imbarazzo della scelta. Mordono il freno,innanzitutto, i due neoacquisti Gabbiadini e Strinic, che saranno presentati alle 15 presso il centro di Castelvolturno. L’ex attaccante della Sampdoria (e per metà anche ex bianconero) proverà a convincere Benitez a schierarlo subito, mettendo sul tavolo la sua grande condizione di forma e il gioiello di sinistro con il quale ha bucato Buffon lo scorso 15 dicembre, con la maglia blucerchiata. Non solo. Prima della squalifica, scontata in azzurro nella gara con il Cesena, Gabbiadini poteva vantare uno score invidiabile: 4 reti in 5 partite, compresa la gara di Coppa Italia con il Brescia. Benitez ha già avuto diversi colloqui con l’attaccante di Calcinate e lo terrà sulla corda sino all’ultimo minuto, ma è certo che lo farà partire dalla panchina, pronto a diventare arma pericolosa, tatticae tecnica,in corso d’opera, come è capitato proprio nel match dello Juventus Stadium, quando Mihajlovic lo ha inserito nella ripresa ottenendo da lui gol e giocate d’alta scuola. Dovrà rimandare ancora il debutto anche Ivan Strinic: il croato non è ancora al meglio della condizione ma si sta allenando con grande lena e professionalità. Tra l’altro il Napoli attende a ore il transfer per avere anche la disponibilità “burocratica” dell’esterno mancino.Rispetto alla gara con il Cesena ci sarà sicuramente un cambio – Koulibaly per Henrique – e un ballottaggio che durerà sino all’ultimo minuto, ovvero quello tra De Guzman e Mertens, con il belga che sta recuperando posizioni su posizioni. Sarà confermato Britos sulla fascia sinistra, come la coppia David Lopez-Gargano al centro della linea mediana. Davanti a loro ci sarà Marek Hamsik, confortato dalle ultime due convincenti prestazioni e dalla tradizione favorevole nelle sfide con i bianconeri, dal momento che ha segnato cinque reti alla Juventus nella sua carriera in azzurro.

Il Mattino

Commenti

Questo articolo è stato letto 332 volte