Milan, Berlusconi: ”Inzaghi può ancora maturare”

MILANO – La vittoria col Parma ha momentaneamente disinnescato svolte drastiche sulla panchina del Milan. Pippo Inzaghi resta al suo posto, aiutato anche da un calendario che dopo la complicatissima trasferta con la Juventus offre partite abbordabili in casa: Empoli e Cesena saranno gli avversari a San Siro dopo la sfida con i bianconeri.

“PIPPO PUO’ MATURARE” – Berlusconi ha ribadito oggi che l’ex bomber resta l’allenatore rossonero. Ma lo ha fatto con parole che delineano uno scenario nel quale la proprietà si attende un miglioramento del giovane tecnico nei prossimi mesi. “Abbiamo speranza che Pippo Inzaghi possa maturare”, ha detto Berlusconi all’uscita dal Quirinale dopo aver partecipato alla cerimonia di insediamento del nuovo presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. “Sapete che nel calcio ci sono dei cicli”, ha aggiunto l’ex Cavaliere che concede tempo a Inzaghi, confidando in una crescita da qui a fine stagione.

GALLIANI ANCORA A MILANELLO – Intanto Galliani ha seguito l’allenamento a Milanello pranzando poi con Inzaghi e Tassotti. L’ad rossonero ha fatto spesso visita al centro sportivo rossonero nelle ultime settimane in corrispondenza con il momento delicato della squadra. La sua presenza sui campi di Carnago dimostra che la società chiede ai giocatori di non abbassare la tensione dopo una vittoria per certi versi liberatoria, anche se arrivata con l’ultima in classifica. Buone notizie dalla seduta di oggi: Bonaventura ha effettuato tutto il lavoro insieme ai compagni.

MENEZ RINGRAZIA INZAGHI – L’ex atalantino torna a così a disposizione di Inzaghi. Un’arma in più per una squadra che in avanti dipende moltissimo da Menez: “Al Milan sono felice – dice il francese intervistato da Rmc Sport – in passato mi hanno messo un’etichetta, ma a tutti è concesso di sbagliare e imparare. Inzaghi conta molto su di me. Con lui mi intendo benissimo. La fiducia di un allenatore conta molto. Ma questa per me non è una rivincita sul Paris Saint Germain. Sto dimostrando di essere ancora un buon giocatore. La Nazionale è un mio rimpianto. Ho voglia di tornare in Nazionale”.

milan ac

serie A
Protagonisti:
filippo inzaghi
Fonte: Repubblica

Commenti