Benitez e il futuro: «Devo valutare bene gli investimenti»

Wolfsburg-Napoli BenitezE adesso Benitez rimette tutto in discussione, cioè fa filtrare la possibilità che rimanga a Napoli giusto quando i napoletani (e magari lo stesso De Laurentiis) stavano metabolizzando il suo addio. «È stata una partita spettacolare, non posso che essere orgoglioso dei ragazzi – il suo esordio –. Avevamo giocato alla grande anche con Roma e Lazio, ma è chiaro che qui abbiamo dimostrato qualità, unione, voglia e mentalità giusta. Il mio compleanno e il futuro? Beh ho ricevuto un bellissimo regalo…». E ancora: «Il domani non è deciso, i tifosi sanno che sto lavorando tantissimo. È tutto aperto, qui possiamo migliorare perché c’è uno staff di qualità con Pecchia che conosce il calcio italiano e Bigon in società. Trovare un direttore sportivo come lui non è facile perché per noi fare mercato è sempre complicato. Devo capire quale è il business plan, l’investimento, il centro sportivo, lo stadio, le ambizioni. Capire se veramente tutto quello che potrebbe essere fatto sarà realizzato. Poi deciderò se restare».
WOLFSBURG Qualche parola anche sulle polemiche: «Sappiamo quale era il punto di partenza, qualche errore lo abbiamo commesso e ci è mancata un po’ di cattiveria, però mi spiace sentire che i giocatori non hanno comportamenti professionali. Le peggiori partite le abbiamo fatte in trasferta, quando eravamo in ritiro…». Hecking la prende con signorilità e del resto non c’è stato nemmeno un ammonito: sembravano squadre gemellate. «Complimenti al Napoli, ha giocato la sua migliore partita da mesi. Noi li abbiamo agevolati, dopo lo 0-1 non ci abbiamo capito niente. Pensavamo di poter ripetere la rimonta sull’Inter ma sono squadre diverse, il Napoli ha saputo sfruttare i troppi spazi che gli abbiamo regalato. Primo gol irregolare? Sì, ma non possiamo attaccarci a un episodio».

La Gazzetta dello Sport

Commenti

Questo articolo è stato letto 420 volte