Napoli, fenomeno Jorginho: moltiplica i passaggi e i… milioni

Napoli-Lazio 5-0 Jorginho

Il Napoli ha trovato il suo faro. In modo, magari, inaspettato. Ma è diventato una certezza. E pensare che sembrava essere diventato uno scarto. Quest’estate il problema era: “Dove finirà Jorginho?”. L’arrivo di Valdifiori sembrava avergli chiuso anche le ultime porte. Una stagione e mezza di difficoltà, ad annaspare tra calcioni e inseguimenti agli avversari in un ruolo non suo.

RECORD SU RECORD – Un cammino così tanto opaco da indurre De Laurentiis a fiondarsi sul mercato per prendere un vero regista da dare a Sarri. Ci ha pensato il toscano saggio a mettere la mano sulla spalla del presidente e dirgli: “aspetta, lascialo qui”. Intuiva qualcosa il nuovo allenatore, ma senza caricare il brasiliano di pressioni lo ha presentato comunque come alternativa a Valdifiori. In effetti è stato così, almeno per le prime giornate di campionato. Poi la svolta tattica col 4-3-3 che lo ha automaticamente promosso a titolare (anche perché Valdifiori intanto deludeva) e una crescita impressionante. Jorginho è diventato in breve tempo indispensabile, ma anche decisivo. Ora è il centrocampista col rendimento più alto in Serie A. Solo nella partita con il Verona ha giocato 218 palloni. Come conferma Opta è il record dei palloni giocati negli ultimi dieci anni nei cinque maggiori campionati europei: in questa particolare classifica Jorginho è davanti a Xabi Alonso del Bayern Monaco con 216, Sergio Busquets del Barcellona con 190, Thiago Alcantara con 183, poi Xavi con 183, 181 e 179, poi Santi Cazorla dell’Arsenal con 178, Yaya Tourè del Manchester City con 175 e Cesc Fabregas del Chelsea a definire la classifica dei primi dieci con 174 palloni toccati in un singolo match.

LA VALUTAZIONE – E così come sale il numero di palloni giocati sale anche la sua quotazioni: il Napoli lo ha pagato complessivamente 10 milioni di euro. Due tranches, l’ultima questa estate al Verona. Ad occhi chiusi, adesso, il suo cartellino ha raddoppiato il valore. E la quotazione è destinata a crescere ancora. Sia perché Jorginho è in odore di Nazionale e quindi pronto a disputare gli Europei del 2016, sia perché De Laurentiis sta predisponendo il suo rinnovo. L’attuale contratto scade nel 2018: sul piatto c’è il prolungamento di due anni (anche tre se sarà firmato da gennaio) e un aumento di ingaggio considerevole. Da qui la quotazione di Jorginho potrebbe toccare tranquillamente i 25 milioni di euro. E il Napoli si gode, a quanto pare, l’ennesimo (costoso) gioiello cresciuto in azzurro.

calciomercato.com

Commenti